Torna lo stile anni '70: denim, velluto
e fantasia nei tessuti per l'autunno

Torna lo stile anni '70:
denim, velluto e fantasia
nei tessuti per l'autunno
di Massimiliano Viti
Denim e velluto. Saranno i tessuti più in voga già da questo mese e lo saranno per l’intera stagione invernale. La richiesta del denim è in aumento già da qualche stagione e anche in questo autunno crescerà. Insieme al velluto sarà il tessuto protagonista di tutta la stagione fredda, anche grazie alle nuove modalità di lavorazione e di lavaggio, che lo alleggeriscono o lo appesantiscono e lo decorano in mille modi.

Una regione in jeans
Maria Grazia Chiuri per Dior ha visto solo blu denim per il prossimo autunno, Max Mara ha lanciato il tailleur in denim e un tessuto lana-jeans molto particolare, Calvin Klein non lo ha trasformato e ha propsoto la classica camicia indossata con jeans anni ‘70 e infine Saint Laurent che ha messo i jeans infilati nei cuissard insieme ad un maglione a collo alto in cachemire e un giubbotto in pelle. Nelle Marche il re del denim è Alessandro Marchesi, deus ex machina del brand 2W2M, che insieme a Memory’s ltd, fa parte della Compagnia del Denim di Serra de’ Conti, che a sua volta fa capo al famoso gruppo Cris Conf, quello a cui appartiene il fashion brand Pinko. Nella collezione autunno-inverno 2017/2018 di 2W2M le tendenze dal sapore vintage si mescolano con lo stile più urban street. Lavaggi e trattamenti, volti ad esaltare la molteplicità delle sfumature della tela denim, si arricchiscono di dettagli e accessori più moderni e ricercati. Il risultato e’ una donna 2W che sceglie il suo stile partendo dal denim e lo declina in tutti i suoi contenuti per outfit sempre diversi, perfetti per tutte le occasioni, dove il denim resta il vero protagonista dei look. L’uomo 2M, invece, guarda con nostalgia alle tendenze passate e per questa stagione FW17 sceglie uno stile easy, sui toni del testa di moro sia per quanto riguarda i pantaloni che i capispalla, pensati per un dandy moderno e cosmopolita. «La donna indosserà i jeans boyfriend, rubati dal guardaroba maschile oppure i jeans destroyed quando vuole mostrarsi con un un look più agressive» ci ha detto Marchesi che ha proposto il tessuto Reform, capace conservare le forme del corpo per cui quando la donna si alza, magari dopo ore in cui è rimasta seduta, il jeans resta perfettamente modellato sul suo corpo. E quando si indossa jeans skinny questa può essere una caratteristica che fa la differenza.



Passione dettagli
«Jeans con strappi e decori? Sì, basta che non siano casuali ma fatti ad arte» si raccomanda il direttore creativo dell’azienda marchigiana. Altro brand molto famoso per il denim è il rilanciato Fornarina. «Nella collezione denim per il prossimo inverno abbiamo proposto modelli di jeans che esaltano la femminilità e la silhouette della donna, sia con modelli super skinny e sia con dettagli particolari: bordini in tulle nero o punti luce» ci ha spiegato Elena D’Urso, marketing manager di Fornarina che ha utilizzato il velluto: «Materiale anni ‘70 che è tornato nell’inverno scorso e lo sarà ancora di più nel prossimo» conclude la D’Urso. Nella prossima stagione più che andare sul velluto si andrà col velluto, dalle giacche alle scarpe. Già da qualche stagione il velluto si è affacciato in passerella e la prossima dovrebbe essere quella della definitiva consacrazione.
Questo materiale sembra essere pronto per conquistare tutti grazie alla sua estrema versatilità perchè può essere elegante e raffinato ma anche casual. L’importante sarà utilizzarlo nella giusta misura, senza eccedere. Il velluto si adatta perfettamente allo stile del momento, quel mix and match che piace soprattutto ai più giovani. Abbianarlo e mescolarlo con altri tesuti come lana, pelle, chiffon o neoprene sarà la sifda che attende le fashion victims. Indossando il velluto di giorno, otteremo un look casual chic dall’effetto lussuoso. Molti sono gli stilisti che hanno puntato sul velluto, soprattutto nella versione liscia. Tra gli esempi il raffinato tailleur di velluto nero di Giorgio Armani o quello più romantico in rosa antico di Alberta Ferretti. Abiti lunghi in velluto anche per Valentino, Givenchy e Saint Laurent mentre Prada lo ha utilizzato nella versione rigata per un tailleur giacca pantalone. Protagonisti saranno anche i piumini in velluto tipici degli anni ‘80, morbidissimi ma non resistenti all’acqua, ovviamente lunghi fino a metà coscia. Anche i brand di fast fashion come Zara e H&M non si sono fatti sfuggire la tendenza moda e sicuramente rimpingueranno la collezione nei prossimi mesi. H&M ha proposto una lunga giacca in velluto nero e pantaloni in velluto elasticizzato.



Velluto marchigiano
Il marchigiano Dondup utilizza il velluto e tartan come basi per costruire cappotti e giacche biker preziose. Da Gabriele Pasini il velluto diventa a righe. Il gessato, motivo maschile per eccellenza, è rinnovato con tracciati doppi. Estensione ideale delle righe, i velluti ma mescolati in tutte le loro categorie. Coste larghe 700 per i cappotti vestaglia. Velluto liscio nelle giacche da combinare con pantaloni di velluto a righe 200. Per il brand Paoloni il velluto è liscio velour per i capi più eleganti ma anche corduroy a coste larghe usato in particolare per cappotti e giacche più sportive.
Il velluto è stato ampiamente utilizzato anche per le calzature. Tutti i principali brand del settore hanno in collezione diversi modelli in questo materiale o lo hanno utilizzato per impreziosire la scarpa attraverso i dettagli. Da oXs il velluto diventa tridimensionale. Il brand ha utilizzato questo materiale per interpretare il mondo delle sneaker. Lo ha stampato ad alta frequenza, dove il pattern a ventosa della suola si riflette sul tessuto conferendo una visione tridimensionale. Le Silla rivisita i lace-up boots in diverse inedite versioni come Dorothy, stivaletto in stampa cocco dai colori tenui con nastroni in velluto; Rodo sceglie nappa e velluto stampati a caldo “effetto intreccio” per borse e scarpe. Dettagli in velluto anche nella collezione Agl Attilio Giusti Leombruni mentre Loriblu ha proposto diverse scarpe in velluto come quelle indossate da Alessandra Ambrosio: un sandalo rosso con cinturino alla caviglia e tacco stiletto. Anche l’attrice e cantante americana Kat Graham ha indossato prestigiose décolleté in velluto a tacco alto Loriblu. Ampio utilizzo del velluto anche nella collezione Marco Ferretti con modelli che mixano lo stile romantico e un po’ barocco a quello più rock. Ma il velvet touch invade slip on, stringate e boots.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 7 Settembre 2017, 15:38 - Ultimo aggiornamento: 07-09-2017 15:38

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO