Ad Altaroma in scena lo stile unico
della Carrà tra Capucci e Balestra

Ad Altaroma in scena lo stile
unico di Raffaella Carrà
tra Capucci e Balestra
di Maria Teresa Bianciardi
Altaroma riparte dal cinema e decide di far sfilare, quest’anno, i suoi couturier negli studi di Cinecittà evocando idealmente quel matrimonio perfetto, tra artigianalità e creatività, che hanno reso grande il nostro Paese nel mondo. Da oggi a domenica molti degli appuntamenti saranno in programma, dunque, in uno dei luoghi simbolo della cinematografia internazionale dove sono nati alcuni dei capolavori di Fellini, De Sica, Rossellini, Sergio Leone, ma anche Martin Scorsese, Ben Stiller, Ridley Scott, William Wyler, Antony Minghella, Francis Ford Coppola.



In passerella
All’artista e scultore Roberto Capucci sarà dedicato il film di Ottavio Rosari “La moda proibita”. Negli studi di Cinecittà (set Antica Roma) oggi è atteso il Tributo a Renato Balestra (nella foto in alto alcune sue crazioni). Sylvio Giardina dedica la sua prossima collezione autunno-inverno ai ‘Lovers’ (Teatro 10). Celebra i grandi amori della storia, intese, sodalizi rimasti nel nostro immaginario collettivo come la perfezione assoluta, o quasi. Yves Saint Laurent e Pierre Bergé, Picasso e Dora Maar, Maria Callas e Pasolini. È stato realizzato dalla giovane Rosalba Cafforio e si ispira liberamente al film di Federico Fellini, “Giulietta degli Spiriti”, mentre l’abito è del designer Giuseppe Morabito finalista di ‘Who is on Next’ 2015. Il Teatro uno negli studi di Cinecittà si trasformerà, invece, nel palcoscenico della star italiana più internazionale, Raffaella Carrà. A lei è dedicata la mostra “Iconoclasti - Lo stile di Raffaella Carrà nell’opera di costumisti e stilisti” a cura di Fabiana Giacomotti e Annalisa Gnesini. L’esposizione metterà, la prima volta, in relazione i costumi più significativi dell’icona di stile Raffaella Carrà con le loro traduzioni in abiti couture firmati da grandi stilisti e giovani promesse di designer italiano. I costumi televisivi che hanno fatto la storia del costume italiano saranno i protagonisti di un evento di grande impatto, moderno, attuale, rigoroso e pop. Si tratta di abiti che hanno liberato la voglia di trasgressione di tutta una generazione di stilisti.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 28 Giugno 2018, 12:38 - Ultimo aggiornamento: 28-06-2018 12:38

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO