Primavera, irrompono tessuti speciali:
ribelli ma con stile tra tulle e pvc

Primavera, irrompono
i tessuti speciali: ribelli
ma con stile tra tulle e pvc
di Massimiliano Viti
Nella primavera 2018 irrompono i tessuti speciali, performanti, tecnologici. Si diffondono a causa della contaminazione con lo sportswear e per soddisfare le esigenze di un consumatore con uno stile di vita sempre più dinamico, in movimento e con la necessità di avere un guardaroba con capi leggeri e confortevoli, da utilizzare per tutto l’arcodella giornata anche quando il tempo fa le bizze.



La protezione è chic
L’ultima moda è quella di proteggere, non solo se stessi, ma anche borse e scarpe con un telo di pvc che dona lucentezza e esalta il prodotto protetto. Il pvc è stato utilizzato anche per realizzare accessori: gli orecchini lampadario di Balenciaga, gli stivali cuissardes di Chanel, fino alle borsette di Valentino o ai tronchetti firmati Louboutin. Chanel ha realizzato in pvc trasparente anche gli impermeabili e il fast fashion Zara propone tra le sue linee attuali mantelline e soprabiti in pvc. Anche Topshop, altro marchio del fast fashion, si è allineato alla tendenza. I modelli disponibili da Zara sono alcuni trasparenti e altri semiopachi, compresa una proposta stampata che riproduce la fantasia di un tessuto. Se Lagerfeld per Chanel ha fatto ampio uso del pvc, altri brand lo hanno proposto. Tra questi anche Jimmy Choo per Off-White che ha realizzato un paio di sandali di pelle con tacco rivestiti di una sorta di calza di plastica trasparente. In poco tempo è diventato uno dei più venduti e fotografati. E per il prossimo inverno, il plastic trend sarà ancora più marcato: frange di plastica fluo da Prada, gonne di vinile trasparente e colorato da Jeremy Scott, stiletto borchiate di pvc da Balmain. John Galliano da Maison Margiela, ha fatto sfilare cappe e impermeabili trasparenti.



Mantelline griffate
A proposito di plastica e di “protezione”: cosa ne pensate nell’impermeabile per borsa ideato da Chanel? E’ una mantellina protettiva per la borsa da portare a spalla che nasconde totalmente il manufatto e cela l’abbinamento con l’outift. La mantellina è in pvc, impermeabile, resistente, capace di proteggere la borsa da urti, graffi, pioggia e sporco. Il brand calzaturiero Agl ha realizzato per questa primavera-estate un modello mule di serpente Ayers su tacchi di abs, materiale plastico usato anche per i giocattoli dei bambini. Slipper in pelle verniciata a taglio vivo, o in pvc abbinato a soffice nappa. Fornarina ha utilizzato il pvc nella borsa modello Karen. La borsa, presente nella collezione estete 2018 ha il logo dell’azienda e la fodera estraibile. Nelle sneakers vengono usati materiali come il licre strach, tessuti in pvc elasticizzati, fodere sportive super traspiranti.



L’innovazione di moda
Nella collezione per il prossimo inverno del brand Dondup è presente una trench scozzese in pvc. Oltre al pvc, la moda in generale sta guardando con particolare interesse materiali performanti, tessuti innovativi e leggeri, prendendo spunto da quello che per l’abbigliamento sportswear è la normalità. Le Marche sono la patria di Uno61, la giacca ad aria perfetta. L’innovazione ha vinto il Compasso d’Oro nel 2014 ed è una giacca indossabile da Mosca a Rio de Janeiro nello stesso giorno grazie alla sua incredibile trasversalità termica. Attraverso la quantità dell’aria immessa al suo interno, la tecnologia «lining inflatable system» svolge una funzione termica che da -15° a + 15°. La collezione primavera estate di Lardini fa uso di lini leggerissimi, spesso mischiati alla seta, e di cotoni sportivi. Il capospalla è realizzato quasi sempre con tessuti esclusivi, come la giacca in cotone Sea Island.
Gabriele Pasini sceglie cachemire senza peso, tessuti giapponesi da camiceria, mille variazioni di solaro, riportato quasi alchemicamente anche sulla maglieria. Per l’estate Manuel Ritz ha ampliato il progetto Nuvola, sinonimo di leggerezza. Abiti e giacche sono realizzati con tessuti esclusivi, in cotoni leggeri, lino e cotone e jersey. Anche i parka diventano leggerissimi, e pesano non più di 150 grammi. Compagnia del denim parte dal denim autentico (da 6 a 13 once) per poi lavorarlo in maniera amorevole quanto precisa con lavaggi slavati, sbiancati e arricchiti da rotture, scritte e sporcature.

Linee glamour
Anna Virgili ha lanciato la linea Gummy, una selezione di borse dal gusto sportivo realizzate con un nuovo tessuto gommato con dettagli fluo. Ampliando il raggio d’azione, tessuto tecnico anche per la spiaggia. Il kimono Vibes è in ultramicrofibra: materiale antisabbia, superassorbente, compatto e leggero. Anche Kuranda propone accappatoi con materiali tecnologici. Il microfilamento che li comopne è un materiale di nuova generazione, leggerissimo ma altamente performante sotto l’aspetto dell’assorbenza. E’ un materiale anti UV, si asciuga velocemente sotto il sole ed è antisabbia.
Se in estate lino e cotone la fanno da padrone, è in inverno dove il tessuto tecnico e la performance è più richiesta. Siviglia ha usato tessuti performanti e resistenti realizzati con cotone ritorto dalla pesantezza media di 480 grammi. Nella collezione il parka in tessuto tecnico con cappuccio antipioggia staccabile o il trench dallo stile brit sempre in tessuto tecnico. Con la collezione autunno inverno 2018, Siviglia ha lanciato il progetto Wht, incentrato sul concetto di prodotto tecnico sartoriale o semplicemente concept tecnico-sartoriale, realizzato utilizzando tessuti in lana innovativi e idrorepellenti, come le lane Carpini sottoposte a trattamenti antigoccia, le etichette termosaldate, gli accessori di prodotto tecnici e i materiali innovativi per il packaging.

Stile militare
Santoni Edited by Marco Zanini ha nel Dna la ricerca e la selezione dei materiali che addirittura ispirano la creazione dei singoli capi. Da un panno di lana infeltrito arrivano cappotti, giacche e gonne dall’aspetto militare. Non mancano taffetas tecnici (100% polyestere), gabardina di lana giapponese, jacquard lana/alpaca, doppio raso di seta dall’aspetto lavato, tartan di lana shetland, lino, seta francese stampata con tecnica chiné. Fay, brand in orbita Tod’s, usa tessuti performanti come gommati, vinile, cerati. Airborne per lei e Airdrop per lui fanno parte di un progetto speciale oXs in cui le scarpe nascono da un mix inedito di materiali tecnici, TPU trasparente, nylon, calzetti lurex e lana, con suole originali - per design e tecnologia innovativa - garantiti dall’ultra-extralight e dalla gomma.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 12 Aprile 2018, 13:35 - Ultimo aggiornamento: 12-04-2018 13:35

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO