Ispettore-spione rischia il processo
«Vendeva informazioni riservate»

Ispettore-spione rischia
il processo: «Vendeva
informazioni riservate»
ANCONA - Avrebbe venduto informazioni riservate a un’agenzia investigativa in cambio di soldi, accedendo in maniera abusiva ai database delle forze dell’ordine. In un’occasione, avrebbe anche sfogliato gli archivi per alleggerire il lavoro di un avvocato, pm onorario al tribunale di Pesaro. Sono queste le accuse con cui la Procura ha chiesto il rinvio a giudizio dell’ispettore capo del Commissariato di Senigallia Mirko Minghelli, 54 anni. Il poliziotto, finito sotto inchiesta la scorsa primavera e sospeso per alcuni mesi dal servizio, affronterà l’udienza preliminare a fine marzo. Davanti al gup dovrà rispondere di un tris di accuse: corruzione, accesso abusivo ai sistemi informatici delle forze dell’ordine e rivelazione dei segreti d’ufficio.

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
Scopri la promo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 10 Gennaio 2019, 04:55 - Ultimo aggiornamento: 18:31