"Non è poi così lontana Samarcanda"
In Uzbekistan sulle note di Vecchioni

"Non è poi così lontana
Samarcanda": in Uzbekistan
sulle note di Vecchioni
«Non è poi così lontana Samarcanda. Corri cavallo, corri di là». Non è detto che dobbiate arrivarci al galoppo come il soldato della canzone di Roberto Vecchioni, ma un viaggio a spasso sull’antica Via della Seta merita davvero. Ogni strada, in Uzbekistan, segue le impronte di grandi viaggiatori del passato come Marco Polo: i mausolei di Bukhara e Samarcanda, i deserti d’alta montagna, le sconfinate steppe del Pamir, gli impervi valichi del Karakorum, sono alcune delle tracce su cui ancora oggi si può leggere la storia del crocevia. Un’Asia fiabesca come quella racchiusa nel Turkmenistan, che potrete conoscere partendo con il tour operator Go World. In 11 giorni scoprirete le meraviglie dell’Asia centrale a partire da 2.990 euro.
Info www.goworld.it.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 20 Giugno 2018, 16:03 - Ultimo aggiornamento: 20-06-2018 16:03

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO