Pesaro, sbanda, esce di strada
e cappotta nel fossato: grave il fratello

Sbanda, esce di strada
​e cappotta nel fossato:
grave il fratello passeggero
PESARO - Una sbandata improvvisa e poi l’impatto contro un muretto ad argine di un ponticello che si è trasformato in una leva capace di far volare l’auto che è cappottata finendo la sua corsa in un fosso.
L’incidente è avvenuto ieri nel primo pomeriggio lungo la Strada della Chiusa che porta da Villa Ceccolini a Montelabbate. Intorno alle 14.30 una Fiat 500L con due fratelli a bordo, che procedeva in direzione Montelabbate arrivata all’altezza degli stabilimenti Scavolini si è ribalta finendo nel fosso sottostante. Alla guida della vettura il minore dei fratelli, un ragazzo di 43 anni che, nell’imboccare una curva sinistrorsa ha perso il controllo dell’auto impattando contro il guard rail in muratura che protegge un ponticello e finendo capovolta nel canale.
Sul posto l’intervento rapidissimo della Potes di Montecchio e dei vigili del fuoco di Pesaro ha permesso di soccorrere prontamente i due fratelli. I vigili del fuoco hanno dovuto estrarre il passeggero che sedeva nei sedili posteriori, rimasto intrappolato tra le lamiere. È lui che riportato le ferite più serie nell’impatto e dopo essere stato stabilizzato sul posto dal medico del 118 è stato trasportato all’ospedale regionale di Torrette dall’eliambulanza il cui intervento è stato richiesto dagli stessi sanitari della Potes. L’uomo, 51 anni, ha riportato politraumi tra cui un trauma cranico ed è stato trasportato ad Ancona in codice rosso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 21 Gennaio 2019, 10:33 - Ultimo aggiornamento: 21-01-2019 10:33

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO