Recanati, le 72 casse di esplosivo trovate
in un'azienda: si temeva la criminalità

La scoperta choc
72 casse di esplosivo 
nell'azienda abbandonata
RECANATI - Quella strada di campagna che corre al fianco del fiume Musone nella frazione Addolorata nell’estremo lembo del territorio di Recanati che confina con la provincia di Ancona, di solito è percorsa da traffico locale, per lo più residenti delle sparuti casolari o veicoli di piccole e isolate aziende; ieri all’alba, invece, è stata destata da un imponente spiegamento di forze di polizia e mezzi dei vigili del fuoco mobilitati dalla segnalazione di un cittadino che avvertiva della presenza di materiale esplosivo in un’azienda dismessa. Materiale dall’origine tutta da chiarire, magari - è stato il primo timore - stoccato da qualche organizzazione criminale lontano da occhi indiscreti. Gli uomini delle Squadre Mobili di Ancona e Macerata, guidate da Carlo Pinto e Alessandro Albini, gli artificieri di Ancona, i vigili del fuoco e l’Arpam di Macerata hanno trovato in quella sorta di casamatta 72 casse contenenti esplosivo e fusti di materiale diluente. 

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
Scopri la promo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 11 Maggio 2018, 04:35 - Ultimo aggiornamento: 11:17