"Swing, treni lenti e troppo pieni"
Pendolari in piedi tra Fabriano e Civitanova

"Swing, treni lenti e troppo pieni"
Pendolari in piedi tra Fabriano e Civitanova
ANCONA - Swing sulle linee marchigiane: il servizio è peggiorato.



Lo afferma un lettore che ha inviato al CorriereAdriatico.it una lettera aperta, spedita anche al consigliere regionale del M5S Giovanni Maggi, in cui fa le pulci ai nuovi convogli che Trenitalia ha destinato ai pendolari marchigiani.



"Cosa resta - ci scrive il lettore che si firma "Un pendolare della linea Civitanova-Fabriano - dell’entusiasmo per l’arrivo dei nuovi treni sulla linea Ancona-Civitanova-Fabriano? Ben poco. Difatti, a due mesi dal viaggio innaugurale del nuovo treno ATR220 la vita per i pendolari della linea Civitanova-Fabriano sembra tornata la stessa, per non dire peggiorata. Numeri alla mano. Vi sono due problemi principali da dover evidenziare: le performance tecniche dei nuovi convogli ATR220 rispetto ai “vecchi” Aln668, e l’offerta di viaggio a bordo treno. Le performance tecniche. Sembra assurdo, ma è così. I nuovi treni ATR220, vendutici come evoluzione tecnica dei vecchi ALn668, dovevano consentire una riduzione dei tempi di percorrenza e garantire maggiore comodità e regolarità nel servizio. Tutt’altro. Si scopre invece che gli ATR220, adattandosi poco alla conformazione della nostra linea ferroviaria non sono in grado di raggiungere velocità di punta superiori ai 75 km/h contro i 114 km/h raggiunti dall’ALn668 (nei vostri cellulari avete tutti un controller GPS, provate voi stessi). Ne consegue che la velocità media risulta inferiore di 10-15 km/h, che si traduce in un tempo di percorrenza superiore di circa 15 minuti. Ecco quindi che, per pura coincidenza, la nuova schedulazione in vigore dal 31 Agosto 2015 ha modificato gli orari, aumentantone il tempo di percorrenza fra i 10 e i 15 minuti. Alla faccia dei treni più veloci….



"Ma la nota dolente è l’offerta di viaggio a bordo treno. Inutile dirlo, gli ATR220 sono molto più eleganti all’interno rispetto ai vecchi convogli. Peccato però che ciò vada a discapito della disponibilità di posti a sedere. Ricordo che circa un anno e mezzo fa, vi furono molte polemiche per il fatto che i treni, nelle ore di punta, fossero “stracolmi” di passeggeri, molte dei quali costretti a viaggiare “in piedi”. Ed ecco qua la soluzione. I nuovi ATR220 offrono 70 posti in meno rispetto ai vecchi Aln668 (nella versiona a tre carrozze), così i passeggieri costretti a viaggiare in piedi sono molto di più….mal comune mezzo gaudio!!!. Gli Swing dispongono infatti di 168 posti a sedere contro i circa 240 degli Aln668 (nella versione a tre carrozze).




LA FOTO DEL LETTORE





"Nella foto che invio - prosegue il lettore - troviamo un dettaglio degli 80 pendolari in piedi nella tratta UrbisagliaSan Severino Marche nel treno 34653 delle 7.03. Peccato che abbiano pagato l’abbonamento a prezzo pieno!! Davanti a loro vi sono poi passeggeri seduti sui gradini con enormi disagi e ritardi nelle operazioni di salita e discesa. Alla faccia del maggior comfort…. E non dimentichiamo che questa “genialata” è costata circa 3 milioni di euro per ogni treno alla comunità marchigiana. Morale, cari i miei Amministratori, credo che oramai la “frittata sia fatta”, ma almeno la prossima volta prima di fare proclami verificate attentamente di cosa state parlando, informatevi (bastava navigare un po’ in internet), chiedete a qualche esperto e, se alla fine non siete troppo stanchi, magari pensate a qualche soluzione che vada nella direzione di migliorarci “veramente” la vita".




Inviate le vostre segnalazioni a ladenuncia@corriereadriatico.it o per posta privata sul profilo facebook di CorriereAdriatico.it ==> facebook.com/corriereadriatico.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 17 Settembre 2015, 17:24 - Ultimo aggiornamento: 19-09-2015 12:00

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO