L'appello: «Contributi e ammortizzatori
per i part time verticali ciclici sospesi»

L'appello: «Contributi e ammortizzatori
per i part time verticali ciclici sospesi»
ANCONA - "Contributi e ammortizzatori sociali per i part time verticali ciclici sospesi". È il titolo di una petizione lanciata sulla piattaforma change.org a questo link. L'ha rilanciata, con un messaggio sulla pagina facebook di CorriereAdriatico.it Tiziano Martinelli. Che così la spiega. «Assunti a tempo indeterminato ma con sospensione… questo è il paradosso della nostra natura giuridica. Nelle statistiche nazionali siamo considerati tra i lavoratori a tempo indeterminato, eppure per alcuni mesi l’anno siamo sospesi dal lavoro, dallo stipendio, dall’accumulo del tfr, dai contributi ai fini pensionistici, dagli assegni familiari e dal bonus degli ottanta euro, e se non vogliamo perdere anche il diritto alla maternità… Costretti a riprodurci in determinati periodi dell’anno mentre se non vogliamo perdere anche quello alla malattia, dobbiamo anche essere bravi a scegliere quando ammalarci. Non sospesi però dall’affitto, dal mutuo, dalle bollette e dalle rate, ma sull’argomento mai nessuna riga sui media, sui comunicati stampa di associazioni, partiti e sindacati, a parte sporadiche e meritevoli eccezioni. Nel sottoscala di qualsiasi riforma del lavoro, Fino adesso non  ci è mai stata proposta una alternativa». L'appello è quindi quello di sottoscrivere la petizioni. Per maggiori informazioni c'è anche il gruppo Facebook 'Educatori con sospensione estiva: contratti part time verticali ciclici' a cui si può richiedere l'iscrizione.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 25 Giugno 2016, 12:57 - Ultimo aggiornamento: 25-06-2016 12:57

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO