Urla nella notte nel ghetto degli stranieri
indiano 45enne ucciso e bruciato

Urla nella notte nel ghetto
degli stranieri: indiano
45enne ucciso e bruciato
Urla nella notte nel ghetto
degli stranieri: indiano
45enne ucciso e bruciato
PADOVA - Nella piccola via Anelli dell'Arcella gli inquilini del palazzo non fanno nemmeno più caso a urla, litigi, botte, piatti infranti. E così è successo anche ieri notte. Quando intorno alle 5 alcuni inquilini del Residence Ibisco si sono messi a gridare come ossessi, chi si è svegliato, ha fatto spallucce e si è girato dall'altra parte. Nel ghetto da 60 miniappartamenti di via Altichieri da Zevio, dove abitano solo stranieri e dove ogni X mesi si presentano a turno o carabinieri o polizia o vigili per arrestare qualcuno, controllare qualcun altro o stroncare giri di spaccio o prostituzione, l'unica cosa che ha allarmato davvero chi vive lì dentro, è stato l'odore di bruciato e poi l'arrivo dei pompieri. Visto che alcuni alloggi non hanno il riscaldamento, c'è chi ha pensato che si fosse scatenato un incendio per via di una stufetta. A bruciare, invece, era il corpo di un ospite del condominio: Singh Hoshiar, indiano 45enne ucciso a pugnalate al culmine di una lite e poi bruciato.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
Scopri la promo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 11 Febbraio 2019, 10:45 - Ultimo aggiornamento: 12:44