A Gabriel Garko il Tartufo d’Oro 2016
Tutti gli ospiti della manifestazione

Sant’Angelo in Vado, a Garko
il Tartufo d’Oro. Ecco tutti
gli ospiti della manifestazione
SANT'ANGELO IN VADO  -  Arriva in città intorno alle 10.30 di domenica 23 ottobre, saluterà i commercianti di tartufo in Corso Garibaldi per giungere poi in Piazza Umberto I dove, sul palco eventi, riceverà il Tartufo d’Oro 2016. E’ l’attore torinese Gabriel Garko l’ospite vip della 53° Mostra Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato delle Marche di Sant’Angelo in Vado, manifestazione che domani vedrà il suo momento mediatico di spicco con l’assegnazione di un premio che negli anni ha visto la presenza a Sant’Angelo in Vado di personaggi importanti del mondo dello spettacolo, della tv e del giornalismo.
 
Gabriel Garko arriverà nell’antico borgo della Valle del Metauro  accompagnato da altri membri del cast della società Ares Film srl, società che si occupa di produzione e contenuti audiovisivi per i media e che vanta produzioni prestigiose come “Caterina e le sue figlie”, “Il Peccato e la Vergogna” e “Sangue Caldo” e che nel proprio entourage può contare anche su attori del calibro di Manuela Arcuri, Laura Torrisi, Giuliana De Sio, Manuela Arcuri e Stefania Sandrelli. Sul palco assieme a Garko ci saranno anche i fondatori della Ares Film srl, Alberto Tarallo e Teo Losito, e l’attrice Adua Del Vesco.
 
A far compagnia a Gabrel Garko sul palco eventi vestito a festa per l’occasione, ci saranno tanti altri personaggi che daranno lustro alla kermesse, tra cui la conduttrice del Tg5 Cesara Buonamici e la giornalista del Tg1 Barbara Capponi, cui sarà affidato il compito di presentare la giornata, una giornata che vedrà approdare a Sant’Angelo in Vado anche il direttore del Tg5 Clemente Mimun e la conduttrice di Mezzogiorno in Famiglia, Elena Ballerini.
 
12 i premi totali che saranno attribuiti. Detto dei due a Garko e Buonamici, avranno il loro “momento di gloria” tanti personaggi vadesi che si sono distinti nel corso della loro vita in vari settori, come il 97enne Giovanni Grassi, scampato nel 1943 all’eccidio di Cefalonia che ancora oggi riesce a trasmettere con forza e determinazione determinati valori.
 
Assieme a Grassi ci sarà il mercatellese Andrea Paoloni, 19enne campione italiano Enduro di Mountain Bike e i rappresentanti del Mulino Matteucci, attività a gestione familiare che da oltre 600 anni porta avanti tradizioni lavorando nella genuinità.

Questi gli altri premiati: Ines Ferri, diplomata all’Istituto delle Belle Arti di Urbino che vive e lavora tra Roma e Sant’Angelo in Vado e che tra le altre cose collabora per collezioni di alta moda con Valentino, Lancetti e Albertina; Mario Ferri, imprenditore e fondatore della Contro Card Srl e presidente onorario della Vadese Calcio; la società NTP (Nano Tech Projects), azienda nata nel 2012 con sede a Sant’Angelo in Vado che opera nel settore delle biotecnologie e nanotecnologie e già depositaria di brevetti nazionali e internazionali; l’Azienda Borsari E. & C. srl, uno dei principali trader di materie prime per l’agricoltura e la zootecnia e leader nella commercializzazione di cerali e loro derivati; Fausto Galli, imprenditore che partito da Vado appena 20enne in cerca di fortuna, ora è titolare di un ristorante nel nord del Galles; Mario Benedetti, vadese trasferitosi a Mar del Plata (Argentina) in tenera età che ha fatto anche parte del team che ha costruito il Large Hadron Collider del Cern di Ginevra; il Generale Flavio Zanini, Comandante in seconda della Guardia di Finanza e Grande Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.
 
La consegna del Tartufo d’Oro 2016 sarà l’appuntamento clou del terzo week end della 53° Mostra Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato di Sant’Angelo in Vado, iniziato oggi con il convegno dedicato al Tuber Magnatum Pico e presenziato, tra gli altri, dalla vicepresidente regionale Anna Casini e dall’assessore Loretta Bravi.
 
Ad anticipare domenica il Tartufo d’Oro, invece, sarà la 42esima edizione della gara nazionale di Cerca al Tartufo – trofeo Sergio Perrotta che convoglierà nella cittadina vadese oltre cinquanta cani da tartufo provenienti da allevamenti di tutta Italia.
 
Alle porte del paese, nella bellissima Chiesa di Santa Maria Extra Muros, gli alunni della scuola elementare Luigi Carnevali racconteranno gli antichi mestieri, mentre in Piazza Pio XII giochi, narrazioni fiabesche e laboratori a cura di Ar Fun Animasion.
 
Il pomeriggio poi, una volta spenti i riflettori sul Tartufo d’Oro, spettacolo di bolle giganti, rappresentazioni teatrali e presentazione del catalogo della mostra “Il Tartufo tra Mito e Arte”.
 
Ma il vero ed indiscusso protagonista resterà il Tartufo Banco Pregiato delle Marche che si potrà degustare, assieme a tante altre specialità locali, nei ristoranti, nelle stuzzicherie e nella tensostruttura di Piazza delle Erbe dove continuerà l’esperimento fin qui riuscitissimo dell’abbinamento tra pesce e tartufo.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 22 Ottobre 2016, 18:08 - Ultimo aggiornamento: 22-10-2016 18:08

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO