Sabrina Misseri piange con la Leosini:
«Sono stata vittima di bullismo»

Sabrina Misseri piange
durante l'intervista: «Sono
stata vittima di bullismo»
Scoppia a piangere Sabrina Misseri intervistata da Franca Leosini per il programma 'Storie Maledette', in onda ieri sera su Rai3. La cugina di Sarah Scazzi, condannata come la madre Cosima all'ergastolo per l'omicidio della ragazza avvenuto nel 2010 ad Avetrana, sta scontando la pena a Taranto. Sabrina non ha però saputo trattenere le lacrime quando ha ricordato e raccontato delle prese in giro nei suoi confronti da parte di alcuni ragazzi durante le scuole medie

Incalzata dalla Leosini che le chiedeva conto di alcune parole spiacevoli ("Si vende per due coccole") dette nei confronti di Sarah nei giorni appena precedenti il delitto, Sabrina spiega: "E' normale che dall'esterno sembra una frase orribile da dire a una ragazzina, ma noi sapevamo che rapporto avevamo". "Sapevamo noi da che passato venivamo. Io e Sara avevamo sofferto di bullismo", dice scoppiando improvvisamente a piangere.



Leosini le chiede di raccontare le esperienze vissute. "Da piccole - ricorda Sabrina - siamo state sempre prese in giro alle scuole medie sia io sia Sarah". "Io perché soffro di diverse cose e ho un'eccessiva peluria" spiega raccontando di essere stata derisa da i compagni per "le basette" e "i baffetti". "I ragazzi - ricorda - si portavano la lametta a scuola per dirmi se ne avevo bisogno". E conclude: "Ne abbiamo passate io e Sarah".
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 12 Marzo 2018, 13:39 - Ultimo aggiornamento: 12-03-2018 19:33

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO