George Michael, il mistero dell'ultimo viaggio
a Vienna: la rivelazione del tabloid

George Michael andò
da un medico a Vienna
poco prima di morire
George Michael andò
da un medico a Vienna
poco prima di morire
di Giacomo Perra
C'è un nuovo mistero nell'intricato giallo legato alla morte di George Michael. A parlarne è il Mirror, che racconta di un enigmatico viaggio a Vienna compiuto recentemente dal defunto interprete di Last Christmas insieme al fidanzato Fadi Fawaz e al padre di quest'ultimo. Secondo il quotidiano britannico, Michael, deceduto il giorno di Natale per ragioni ancora non del tutto precisate a soli cinquantatre anni, avrebbe raggiunto la capitale austriaca a novembre, appena qualche settimana prima della sua scomparsa, per incontrare alcuni medici dell'AKH General Hospital, l'ospedale in cui nel 2011 fu ricoverato a causa di una brutta forma di broncopolmonite.

Per la precisione, giunto a Vienna a bordo di un jet privato, l'ex frontman degli Wham! avrebbe avuto un consulto con il dottor Christoph Zielinski e con il suo collega Thomas Staudinger, i luminari che, sei anni fa, sottoponendolo a una tracheotomia resasi necessaria a seguito di un malore accusato prima di un concerto, gli avevano salvato letteralmente la vita.

Quell'episodio aveva fatto nascere una bellissima amicizia tra la popstar e l'equipe del reparto di pneumologia dell'AKH, una cordialissima relazione testimoniata anche dall'affettuoso tweet con cui, qualche giorno fa, il dottor Zielinski aveva partecipato, a nome suo e dell'ospedale, al lutto collettivo per la scomparsa di Michael. "Nel dolore per la morte improvvisa di George Michael, io e il team di medici dell'ospedale AKH vogliamo esprimere profonda solidarietà con la famiglia e gli amici".
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Luned├Č 9 Gennaio 2017, 14:21 - Ultimo aggiornamento: 09-01-2017 15:35

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO