Studiare nel mondo: dalla Cina
agli States viaggiando s'impara

Studiare nel mondo:
dalla Cina agli States
viaggiando s'impara
di Martina Marinangeli
«Le cose vere della vita non si studiano né si imparano, ma si incontrano», diceva Oscar Wilde, magari in un viaggio fatto ad hoc per completare, a livello internazionale, la propria formazione. Nel cosmopolita mondo di oggi, spesso la laurea non è più sufficiente per accedere a ruoli di prestigio all’interno delle realtà lavorative e, sia che si scelga di proseguire la propria carriera professionale in Italia, sia che si opti per l’estero, una specializzazione internazionale può realmente rappresentare un valore aggiunto. E non dimenticate che unirete l’utile al dilettevole, vivendo in meravigliose città e confrontandovi con affascinanti culture, diverse dalla vostra. Un viaggio della mente, oltre che del corpo, che vi darà una marcia in più nel mondo del lavoro.



Le Marche internazionali
L’Università Politecnica delle Marche ha un interessante programma di formazione e tirocini all’estero consolidato nel tempo che vanta una vasta gamma di proposte verso Paesi Ue ed extraeuropei. In primis, l’Erasmus+, che ha inglobato precedenti programmi Ue, quali il Comenius, rivolto ai ragazzi delle superiori, l’Erasmus per gli universitari e il Leonardo, che era indirizzato a chi avesse già conseguito una laurea. Il fiore all’occhiello è però il CampusWorld, organizzato in collaborazione con la Camera di Commercio di Ancona e con la partecipazione di Ubi Banca. Nato nel 2005, è destinato a studenti, laureandi e neo laureati della Politecnica che intendano svolgere un tirocinio formativo in tutto il mondo, presso le tante aziende partner del progetto. I Paesi coinvolti sono 53, tra cui Argentina, Brasile, Congo, Giappone, Messico, Russia, Stati Uniti, Australia e Vietnam: l’importo della borsa di tirocinio varia dai 530 ai 600 euro a seconda del costo della vita del Paese che si sceglie e la permanenza può andare dai due ai 12 mesi.
Do you speak English? Se la risposta è no, non disperate: c’è un viaggio fatto su misura per voi. Si tratta delle vacanze studio, corsi di lingue all’estero pensati per ragazzi e adulti che vogliono investire nella propria formazione.

Gli idiomi
Un viaggio differente, durante il quale, oltre a esplorare le bellezze delle mete scelte, potrete studiare in un ambiente professionale, con lezioni di lingue personalizzabili sulla base delle vostre esigenze. Sarete voi a creare la vostra vacanza studio, in primis scegliendo quale lingua approfondire e dove andare: a esempio, potrete decidere di studiare inglese in Inghilterra, oppure a Malta, negli Stati Uniti e, perché no, in Australia. I più curiosi, potranno invece optare per il cirillico, in una delle varie destinazioni russe, oppure per il cinese, il giapponese o il turco. Nella maggior parte dei casi, la durata della vacanza va da un minimo di una settimana a un massimo di un anno.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoled├Č 11 Aprile 2018, 12:53 - Ultimo aggiornamento: 11-04-2018 12:53

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO