Rosso, oro e tanto pizzo: le spose
d'inverno sontuose come regine

Rosso, oro e tanto pizzo:
le spose ​d'inverno
sontuose come regine
di Massimiliano Viti
Sposarsi quando cade la neve e magari con un’atmosfera natalizia che rende tutti più buoni e più familiari. Non sempre il giorno del sì è sinonimo di estate, sole e caldo. La stagione invernale riserva un fascino particolare e un’intimità assoluta. E l’abito della sposa? E quello per gli invitati? Nessun problema, basta coprirsi un po’ con gli accessori: stole, cache-coeur in cashmere e copricapo in lana accompagneranno gli abiti di tutti gli invitati con grande personalità. Sposarsi con il freddo ha, quindi, un suo grande fascino.

Magia invernale
«Sposarsi in inverno è suggestivo, romantico e senza dubbio magico. Anche in Italia sempre più spose scelgono questa stagione per indossare un abito candido come una principessa delle nevi o in una nuance cipria come una zarina che rende unica e indimenticabile ogni sposa» sostengono da Iris Noble, giovane brand che produce a Civitanova Marche l’omonima collezione venduta nelle vetrine più prestigiose di tutto il mondo. Una collezione che punta sul pizzo per rendere unica la sposa d’inverno che da Noble ha l’allure di una bellissima fata, vestita di pizzo, con il profumo del bosco e cristalli di neve e ghiaccio tra i capelli. Il brand punta sull’autentico pizzo francese tessuto su telai originali del primo ‘900, di cui è l’unico produttore italiano in ambito sposa a vantare l’esclusiva. Le linee della collezione Iris Noble sono fluide, impreziosite da cristalli Swarovski che regalano la luce perfetta all’abito d’inverno. I riflessi dei ricami illuminano così il giorno più bello e avvolgono la sposa con la luce di un’aurora boreale. La modernità è nella scelta della manica lunga in contrasto con le scollature profonde ma velate. L’accordo prezioso è tra il gioiello usato anche come acconciatura e il bouquet di bacche e fiori.



Il nuovo must
«Sposarsi durante la stagione invernale è sempre stata una scelta poco diffusa, complici l’impossibilità di festeggiare all’aria aperta e la difficoltà di scegliere gli abiti giusti per gli sposi stessi e per gli invitati. Ora, però, sposarsi nei mesi tra dicembre e marzo sembra essere diventato un nuovo must, grazie alle atmosfere suggestive e bucoliche, ai piccoli sconti a livello economico e ai paesaggi innevati che sembrano attirare molte coppie, così come l’atmosfera natalizia» afferma lo stilista Emiliano Bengasi di Fermo che declina le tendenze moda: «Il fascino e la magia della neve che cade e rumore non fa non ha eguali, molte sono le suggestioni e gli spunti che arrivano dall’atmosfera natalizia ed il mese di dicembre è sicuramente fiabesco. I colori che più si addicono a questo periodo sono il tradizionale bianco o se già ci troviamo in procinto delle festività natalizie e del capodanno anche l’oro ed il rosso. Colori che possono essere utilizzati come semplici dettagli: un nastro, la scarpa, il bouquet o che possono colorare l’abito nella sua totalità per un effetto scenografico ed innovativo di sicuro impatto emozionale. E se fiaba deve essere, deve esserlo anche per lo sposo. Per lui tessuti damascati e broccati nelle varie nuances dal blu, al nero per passare al grigio e bordeaux. Ma anche i classici capi eleganti».

Tessuti preziosi
Chi sceglie di sposarsi d’inverno immagina un momento ancor più magico. C’è chi confida comunque in una bella giornata di sole o chi spera che cada qualche fiocco di neve a rendere indimenticabili le foto del giorno più bello della coppia. «Per un matrimonio d’inverno, la sposa chiede un abito realizzato con tessuti più importanti».
«Anche se la scelta è molto soggettiva, è consigliata una manica lunga, magari di pizzo. Per chi invece preferisce, anche per l’inverno, un abito decollete è possibile abbinare un guanto lungo. Immancabili poi, a seconda dei gusti della sposa e dei modelli di abito, scaldacuore e cappe realizzate in morbide lane o tessuti imbottiti», sono i consigli che arrivano da Delsa di Belforte del Chienti (Macerata) che, tra le varie proposte, sceglie un abito regale della linea Delsa Couture, in organza di seta con una ampia gonna a pieghe e pizzo sul fondo.



Pizzo e perle
Il corpino caratterizzato da una profonda scollatura e dalla manica lunga, tutto in pizzo con ricami di cristalli. Nella linea Mara Cristina di Delsa invece si può trovare il colore: un abito principesco con la gonna ampia di tulle rosso; il corpino di pizzo rebrodato, ricamato e il carrè velato con pizzo. Il dietro dell’abito è ornato dalla stringatura e a rifinire la sposa i guantini corti in pizzo. E la scarpe? Aperte o chiuse? Per la sposa dell’inverno non solo scarpe bianche chiuse ma tanti sandali tacco e plateau. Nelle tendenze scarpe sposa inverno 2017-2018, anche la sposa più classica la sposa si trasforma in una donna sensuale che coniga il romanticismo alla femminilità anche davanti all’altare.

Sandali e plateau
Le scarpe sono argento con tacco alto e plateau per la collezione sposa di Theia, di Oleg Cassini; sandali argentati anche per gli abiti da sposa con orlo asimmetrico più corti davanti di Inbal Dro; sandali rossi ai piedi della sposa alternativa di Houghton, mentre Galia Lahav abbina stivaletti in camoscio chiaro spuntati davanti e con plateau argentato all’abito bianco da sposa bianco dallo stile minimale. Scarpe aperte anche per la collezione bridal autunno inverno di Oscar de la Renta, le sue spose che vestono abiti dallo stile romantico indossano sandali bianchi dallo stile retrò con tacco dorato alto. Vera Wang abbina ai suoi abiti di pizzo e chiffon con sandali invernali con tacco e pon-pon rossi. Insomma anche d’inverno gli sposi possono osare, complice la neve, o anche con la pioggia, che importa? Resta sempre un giorno speciale da vivere al massimo.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 16 Novembre 2017, 12:22 - Ultimo aggiornamento: 16-11-2017 12:22

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO