Pitti Uomo stupisce: Lardini compie
40 anni e Siviglia lancia Icons

Pitti Uomo stupisce:
Lardini compie ​40 anni
e Siviglia lancia Icons
di Massimiliano Viti
Si chiuderà domani l’edizione numero 94 di Pitti Uomo, la manifestazione internazionale di riferimento per il menswear e il lifestyle contemporaneo che si sta svolgendo da martedì alla Fortezza da Basso di Firenze. Il salone è dedicato al total look uomo per l’estate 2019. Sono 1.240 i marchi esposti di cui 563 stranieri (il 45,4%) che occupano 60.000 metri quadrati di superficie espositiva. Sono attesi 30.000 visitatori di cui 19.400 buyer (8.400 provenienti dall’estero). Il salone è diviso in 13 sezioni. Sono presenti 59 brand marchigiani, distribuiti da 46 aziende.



A tutto colore
Tema guida del salone è Pop (Pitti Optical Power) nessuna austerità in bianco e nero, ma un caleidoscopio di colori per rendere giocose e ipnotiche le strutture dell’abitare e del saper vivere, all’interno della Fortezza da Basso. Tra colore e geometria, le righe interpretano il guardaroba PE19 del nuovo gentleman in una multiforme varietà di suggestioni. Look optical, in sincrono con il tema dei saloni estivi di Pitti Immagine, P.o.p. Pitti Optical Power. Non solo maglie alla marinière, ma un patchwork di forme e colori. Non solo bicromie su sneaker e accessori: off-white e nero o bianco e blu, ma anche arcobaleni a strisce multicolor. E ancora righe regimental come rifugio nella tradizione della camiceria continuamente stravolto da abbinamenti inediti, gessati reinterpretati in chiave casual chic su pattern floreali. Ieri l’attesa sfilata di Roberto Cavalli che ha scelto Pitti come piattaforma per il lancio worldwide del suo nuovo progetto di moda maschile firmato da Paul Surridge, nuovo direttore creativo di tutte le linee del gruppo.



Da Filottrano il top
Tra gli eventi più importanti segnalati da Pitti c’è anche quello dell’azienda marchigiana Lardini che festeggia 40 anni. Lardini celebra l’importante anniversario con un evento in uno spazio speciale in Fortezza: un breakfast che sarà anche un’immersione nel mondo di fiori colorati, simbolo del brand. Lardini ha presentato un uomo in giacca maglia, polo e foulard, elegante e senza ostentazione. La collezione per l’estate 2019 del brand si riempie di colori, come il giallo, l’arancio fino al rosso e le varie tonalità di blu, tagliato dal bianco in stile perfettamente navy. Focus sulla giacca completamente destrutturata, informale, realizzata con un tessuto stampato a righe verticali. Riprende quel tratto tipico di Gruau, ispirazione dell’intera collezione, un segno sfumato, sintomo di un’aurea imperfezione. Per Gabriele Pasini i colori sono centrali. Una giacca sartoriale viene abbinata a pantaloni rubati ai pescatori Thai, una camicia da smoking sfoggia un pattern a quadri rossi. L’immaginario è anche quello dei re gitani, eleganti e pieni di colori. L’abito è perfetto con una camicia lasciata sbottonata, il colletto sopra i rever, i pantaloni con fantasia maxi check.



Classico gessato
Un classico gessato si illumina in una nuova tonalità di blu. La maglieria cambia ruolo, diventa dettaglio. Un maglione messo in vita, come una fascia, o arrotolato intorno al collo. Ieri, nello splendido scenario di Palazzo Ricasoli, nel cuore del centro storico di Firenze, un vernissage ha introdotto il progetto ‘Siviglia Icons’: un’installazione ha esibito come opere d’arte contemporanea i tre capi del guardaroba maschile: il 5 tasche, il luxury denim e il pantalone chino sartoriale. L’universo estetico del marchio viene coinvolto a 360 gradi, mettendo al centro il suo core product, con i suoi punti di forza riconosciuti a livello internazionale. I pantaloni Siviglia puntano a tre peculiarità: lo stile equilibrato, il casual elegante e la “comfort attitude”. Un mix di tre caratteristiche tecniche imprescindibili nel processo creativo e produttivo che li rendono un’interpretazione unica del concetto classico di made in Italy.
Manuel Ritz ha esibito uno stile tecnico e sartoriale allo stesso tempo, per stemperarsi attraverso l’ironia chic della Summer Vacation, che ispira texture floreali e nuance a tratti fluo nei dettagli. E’ lo stile vacanziero anni ‘50 che viene raccontato attraverso l’uso di colori vibranti e texture, con l’esclusiva stampa Hyper beach che guarda alla flora del mare polinesiano, accostati a micro check, righe e gessati.



Streetwear
Con uno sguardo alla vita all’aria aperta, P Paoloni ha presentato una collezione di pantaloni freschi che interpretano nuovi materiali dall’aspetto classico, tessuti performanti nati dal mix fra naturale e sintetico, consistenze diverse come cotone e felpa, il tutto unito ai dettagli active. Microdisegni e quadri in stile inglese di tendenza attribuiscono alla collezione un senso di informal luxury. Danilo Paura, lo stilista streetwear ha disegnato una collezione nella quale fashion, street, skate, culture e design si fondono. La collezione si propone di vestire la vita a seconda dell’umore. Un mix armonioso tra pantaloni skinny, felpe over, camicia bianca, t-shirt con grafiche e abiti eleganti per un look quotidiano ogni giorno diverso. Molto nutrita la pattuglia di brand calzaturieri marchigiani. Franceschetti, in sintonia con il tema Pop Pitti Optical Power, ha presentato la collezione “OS Optical Sneakers”: due modelli declinati in tre fantasie dove tallone e fondo sono rivestiti in vitello stampato in 3D conferendo all’immagine della sneaker un effetto optical. Stampa 3D e tintura a mano esaltano uno stile unico. Artselab ha scelto sneakers dai richiami orientali, così come gli anfibi con suola carro armato, sono rinnovati nelle forme, sempre più graffianti e futuristiche.

A passi leggeri
Nate sotto il segno della leggerezza: le calzature firmate Green George per la Primavera Estate 2019 si sono presentate così al Pitti. Un concetto che abbraccia ogni aspetto dello stile: dai colori dei pellami, degli accessori, dei dettagli, fino alla scelta di materiali ultralight, a partire dai pellami fino ad arrivare ai fondi. I must have del guardaroba maschile sono: il mocassino, la doppia fibbia e la stringata che si rinnovano grazie all’ampliamento della palette dei colori Fabi ha presentato la nuova collezione dedicata al Gentleman “Post-Contemporaneo” abile a mischiare classico e moderno, con outfit sdrammatizzati dal nuovo concetto sporty della scarpa classica. Colori tradizionali e colori naturali ampliano la palette cromatica, applicati a mano su pregiatissimi pellami che si appoggiano su grintosi fondi in eva bianchi a contrasto. Doucal’s ha presentato scarpe che uniscono il look inglese alla calzata italiana confortevole, garantita da una soletta nel sottopiede dove uno strato di carboni attivi garantisce freschezza e azione antibatterica. La collezione Alberto Guardiani punta sulle sneaker Onesoul, riconoscibili anche grazie alla fascia con strap in tessuto gommato con fermaglio in metallo. La versione calzino (o knitted high-top) presenta iconiche coste e righe college.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 14 Giugno 2018, 12:34 - Ultimo aggiornamento: 14-06-2018 12:34

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO