San Costanzo, cantano nell'auto
coi finestrini aperti: il vigile li multa

Ragazzi cantano
nell'auto ​coi finestrini
aperti: il vigile li multa
SAN COSTANZO - Si è visto recapitare un verbale la raccomandata con la fatidica busta verde dal proprio postino. Firma per ricevuta, apre la missiva e non crede ai suoi occhi. Il verbale della polizia municipale di San Costanzo riportava le seguenti valutazioni: “… ha violato l’articolo 155 commi 1 e 5 del codice della strada perché alla guida del veicolo causava rumori molesti dovuti alle grida provenienti dall’interno dell’abitacolo. Non è stato possibile contestare immediatamente l’infrazione perchè l’agente era impegnato in servizio di disciplina del traffico…». La multa può essere pagata tempestivamente in forma ridotta versando circa 38 euro, altrimenti raddoppia.
Rumori molesti? «Quel giorno, il 2 giugno, alle 19.30 circa – risponde il figlio responsabile dell’infrazione - cantavamo a squarciagola in 5, con i finestrini aperti per il caldo mentre transitavamo a San Costanzo. Non si può più cantare?».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 11 Luglio 2018, 12:15 - Ultimo aggiornamento: 11-07-2018 12:15

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO