Pesaro, «Vacanze rovinate da Ryanair
Dall'avvocato per farci rimborsare tutto»

«Ferie rovinate da Ryanair
Andremo dall'avvocato
per farci rimborsare tutto»
di Gianluca Murgia
PESARO - I biglietti prenotati su Internet a fine dicembre per spendere di meno, l'appartamento già affittato, mesi e mesi passati a lavorare e aspettare quella settimana di ferie sulle spiagge bianche di Formentera. Tutto pianificato nei minimi dettagli per portare, per la prima volta, la propria figlia di un anno e mezzo, ne la Isla. Invece, come in un incubo fantozziano, per una famiglia di Pesaro la vacanza dei sogni si è trasformata in odissea. 
«Tre ore prima del volo, previsto alle 10, quando eravamo già alla stazione di Bologna, un sms della Ryanair ci ha informato dello sciopero - spiega Andrea Forlani -. Una cosa non concepibile: lo sciopero era programmato per il 24 e 25, non per il 23. In un colpo solo abbiamo perso la caparra della casa, il viaggio in treno per due sia per l'andata che, già pagato, per il ritorno più il trasporto sempre per due dalla stazione all'aeroporto. Totale: 290 euro».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
Scopri la promo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 25 Luglio 2018, 10:42 - Ultimo aggiornamento: 10:42