Pesaro, «Un incidente con suo figlio»
Una truffa sventata, ma due riescono

«Suo figlio ha appena avuto
un incidente». Sventata
una truffa, ma due riescono
PESARO - Ancora anziani nel mirino di truffatori. Due messe a segno e una sventata in un pomeriggio. La crisi ha spinto i truffatori a cercare situazioni sempre più ingannevoli e convincenti per colpire. La modalità utilizzata dai malviventi ieri è quella di fingere un incidente stradale in cui sarebbe stato coinvolto il figlio della vittima. Così i truffatori si sono presentati a casa fingendosi avvocati incaricati del tribunale: “Suo figlio è in caserma, ha commesso un incidente. Era senza assicurazione. Per liberarlo occorrono dei contanti”. Ma nel primo caso, nel quartiere di Pantano, una signora non ci è cascata perché i figli vivono all’estero. Dunque ha scoperto la messa in scena e ha respinto al mittente i truffatori. Ha comunque denunciato il caso alla Polizia. Ma in altre due situazioni il colpo è andato a segno. Perché di fronte a uomini vestiti di tutto punto e notizie negative sui figli, si va in panico e ci si casca. Ieri pomeriggio a Pantano una anziana ha consegnato 200 euro a titolo di acconto credendo di poter liberare il figlio con questa cauzione. E a Cattabrighe addirittura una famiglia ci ha rimesso 600 euro. Finiti nelle mani dei truffatori. Sul caso indagano i poliziotti che hanno raccolto le denunce.  
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 19 Maggio 2017, 07:05 - Ultimo aggiornamento: 19-05-2017 07:05

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO