Pesaro, minacce, danni e atti osceni:
«Quel questuante potrebbe tornare»

Minacce, atti osceni
e danni: «Quel questuante
potrebbe tornare»
di Luca Senesi
PESARO - Danneggiamenti, minacce e atti osceni in spiaggia. Tutto questo in pochi minuti e ad opera di un’unica persona diventata una furia dopo l’elemosina negatagli dai bagnanti.

Rom spacca tutto e si denuda davanti ai bagnanti

E ora a Bagni Mario, lo stabilimento n.37 della spiaggia di Levante, in molti sono preoccupati che l’uomo, un giovane nomade di 25 anni, di origini romene, possa tornare. «Si aggirava in spiaggia già da una settimana – racconta Luca uno dei titolari di Bagni Mario– con atteggiamenti insistenti con i miei clienti. Domenica, giorno di grandi presenze, ha veramente superato ogni limite».
 
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
Scopri la promo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 7 Agosto 2018, 10:12 - Ultimo aggiornamento: 10:13