Pesaro, Magnini e doping, la Procura
accelera: convocato anche Porcellini

Magnini e doping
la Procura Nado accelera:
convocato anche Porcellini
PESARO - La giustizia sportiva corre in fretta e accelera sul l’inchiesta per doping che vede coinvolto Filippo Magnini sulle cui spalle plasmate da decenni di nuoto e da una carriera plurimedagliata grava la richiesta della procura Nado Italia di 8 anni di squalifica.
Il calendario
Il campione iridato non sarà convocato in udienza a settembre ma a luglio e la prima sezione del Tribunale Nado Italia ha già fissato un serrato calendario di udienze nell’ambito del processo per doping che vede come imputato principale il medico nutrizionista Guido Porcellini per cui è stata chiesta la radiazione. Porcellini sarà interrogato il prossimo 2 luglio a Roma, una decina di giorni dopo, il 12 luglio, toccherà a Filippo Magnini. L’idea dell’accelerare i tempi nasce dalla volontà di stringere per non tenere troppo a lungo sulla graticola i soggetti deferiti e così si deciderà prima del previsto sulla squalifica di 8 anni chiesta dai pm Laviani e Lando. Sono 4 invece gli anni richiesti per il nuotatore (oggi ex come Magnini) Michele Santucci.
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 10 Giugno 2018, 07:15 - Ultimo aggiornamento: 10-06-2018 07:15

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO