Pesaro, un hashtag contro il sessismo:
la protesta social di Lucia diventa virale

Hashtag contro il sessismo:
la protesta social
di Lucia diventa virale
di Gianluca Murgia
PESARO - Ai tempi dei social un hashtag, se condiviso con il cuore, può avere la forza di mettere all’angolo e far sembrare ridicola qualsiasi offesa sessista. Ricordate la storia di Lucia Marcolini? Una decina di giorni fa, tornando a casa in bicicletta, di notte, verso la zona mare di Pesaro, era stata aggredita verbalmente da una macchinata di ragazzi che le avevano urlato, con rabbia e senza motivo, «lesbica».
Lucia, 35 anni, pesarese, professione educatrice per una cooperativa e un «orientamento sessuale palese: mi sono dichiarata più di 10 anni fa», non aveva voluto derubricare il fatto a “ma dai, che cosa vuoi che sia”.
 
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
Scopri la promo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 8 Agosto 2018, 10:19 - Ultimo aggiornamento: 10:19