Pesaro, i ladri vanno ancora a caccia
delle antiche ceramiche Molaroni

I ladri ancora a caccia
delle antiche ceramiche
griffate Molaroni
PESARO - Un furto mirato, obiettivo: le ceramiche Molaroni. A distanza di due mesi dal colpo alla Farmacia Astuti, le famose manifatture pesaresi tornano protagoniste. Tanto che qualche interrogativo non manca. Che ci sia un mercato nero di questi oggetti? L’altra notte è toccato alla vetrina esterna del negozio di Antiquariato Dalloro di Jgor Loreti in Corso XI Settembre. «Quando sono arrivato in negozio ho trovato l’anta aperta e le ceramiche all’interno erano sparite. Non mi sembra un caso. Hanno mirato alle manifatture Molaroni perché l’altra vetrina è rimasta intatta».
Un’operazione chirurgica, senza sfondare la vetrina, sono riusciti ad aprire la serratura.
Nello specifico hanno preso tre contenitori con decoro alla Margherita. Poi un piatto sagomato. Si tratta di ceramiche firmate M Pesaro e Molaroni Pesaro per esteso in azzurro databili tra il 1895-1915. E dato che c’erano, i ladri si sono portati via anche una parure di bottoni inglesi in osso per abbigliamento da caccia con inciso in ognuno “Corno inglese e animale” contenuti in un porta gioielli.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 9 Febbraio 2018, 06:05 - Ultimo aggiornamento: 09-02-2018 06:05

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO