Pesaro, arriva multa con l'autovelox
Ma lui è da anni in casa di riposo

Arriva multa con l'autovelox
dalla Toscana, ma lui è
da anni in casa di riposo
PESARO - Una multa da 185 euro per eccesso di velocità, con 5 punti in meno sulla patente di guida, sulla autostrada di Massa Carrara. Il verbale, elevato dalla polizia lo scorso 10 marzo, è stato recapitato ieri via posta alla signora Anna Maria Doncelli di Pesaro. Piccolo particolare: «Mio marito, Franco Gradozzi, ex dipendente Enel, ha 75 anni e da 4 anni, dopo quattro ischemie e due cardiopatie, vive nella casa di riposo Roverella di Vismara. Recentemente è pure caduto e quindi non si può proprio muovere dal letto. Figuriamoci guidare. Io ho 78 anni e non mi muovo da Pesaro. Nessuno di noi, ovviamente, lo scorso 10 marzo era su quella strada. Ci sarebbe da ridere per non piangere».
Il danno e la beffa. Perché la signora, con una tempra di ferro, ieri si è recata dai carabinieri di Pesaro per chiedere spiegazioni e vederci chiaro. «Il maresciallo è stato gentilissimo - racconta - Ha chiamato la polizia di Massa Carrara e ha spiegato che, evidentemente, si era verificato un problema. Dopo un controllo è emerso che la targa corrispondeva a quella della nostra auto, una vecchia Alfa Mito rossa, ma nel verbale c’era scritto che si trattava di un furgoncino». Finita qui? No, perché in Italia spesso le cose semplici, lampanti, si complicano e si intrecciano con la burocrazia anche ai tempi di Internet. «Mi hanno prospettato due soluzioni: recarmi personalmente a Massa Carrara dal giudice di pace - sorride sconsolata la signora, 78 anni -. Oppure fare una raccomandata con ricevuta di ritorno, fotocopiando tutti i documenti della mia auto per richiedere la foto scattata dall’autovelox. E attendere che arrivi. Poi, si vedrà. Un iter burocratico pazzesco, che mi obbligherà anche a delle spese che nessuno mai mi rimborserà». 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 19 Maggio 2017, 11:17 - Ultimo aggiornamento: 19-05-2017 16:48

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO