«Adesso basta», il pesarese di origini
rom querela Salvini per il razzismo

Rom marchigiano querela
Salvini: «Ora basta
con le offese razziste»
PESARO - Un gesto forte e simbolico. Alievski Musli, 30 anni, pesarese d’adozione (vive e lavora in città da anni), nativo della Macedonia ma di origini rom, ha querelato il ministro dell’Interno Matteo Salvini per discriminazione razziale. È lui stesso ad annunciarlo: «Ho preso una decisione che nessuno in questi anni ha avuto il coraggio di fare – racconta Musli da tempo impegnato nel campo dei diritti umani e civili - Dopo anni di offese gratuite, discriminazioni, stereotipi negativi, è tempo di dire basta. Basta incrementare il clima d’odio che si sta diffondendo. Basta attacchi gratuiti, ma soprattutto bisogna denunciare affinché non accada un altro 1944».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
Scopri la promo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 11 Agosto 2018, 05:05 - Ultimo aggiornamento: 05:05