Novilara, barbagianni ferito in A14
soccorso e liberato grazie al Cras

Barbagianni ferito in A14
soccorso e liberato
dai volontari del Cras
NOVILARA -  Epilogo felice per il barbagianni ritrovato sulla A14, all’altezza di Novilara, messo in salvo da una pattuglia della Polizia Stradale i primi di gennaio, liberato venerdì dagli operatori del Cras.
L’animale, non “barbagianni dorato” come era stato definito che non esiste in natura, a causa di un volo rasente era andato a finire contro un mezzo pesante: all’incidente aveva assistito la pattuglia che, prontamente, era intervenuta per tentare di salvare il povero barbagianni da morte sicura, visto che era caduto sulla corsia di emergenza. Portato in caserma dagli agenti, in suo soccorso sono giunti gli operatori del Cras che lo hanno trasferito immediatamente nella struttura di Ca’ Girone, dove il veterinario aveva confermato che non aveva nulla di rotto, nessuna frattura, ma soltanto, anche se significativo, trauma cranico. Sono occorse due settimane per riprendersi e guadagnarsi l’ok al rilascio da parte del veterinario. Il rapace, probabilmente a causa di un ematoma, era risultato cieco, ma, lentamente, i miglioramenti sono arrivati, tanto che il barbagianni, recuperata la vista, ha iniziato a manifestare atteggiamenti di difesa tipici della specie e venerdì, grazie all’amorevole cura degli operatori del Cras, ha riconquistato la sua libertà. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 21 Gennaio 2018, 18:15 - Ultimo aggiornamento: 21-01-2018 18:15

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO