"I bambini ci guardano": festa grande
a Tavullia con gli alunni ed il Corriere

"I bambini ci guardano":
festa grande a Tavullia
con gli alunni ed il Corriere
"I bambini ci guardano":
festa grande a Tavullia
con gli alunni ed il Corriere
di Gianluca Murgia
TAVULLIA - Alcuni bambini, sdraiati sul pavimento della palestra, sfogliano con attenzione Corriere Adriatico e Messaggero. Alcuni genitori, poco più in là, osservano i manifesti che riproducono le pagine del progetto "I bambini ci guardano" esposte insieme alle bozze di lavoro che hanno portato alla loro produzione. In questi casi c'è solo una parola per descrivere quanto vissuto, giovedì sera, nel nuovo splendido palasport di Tavullia: grazie.
 
 

 
Grazie al sindaco Francesca Paolucci (assente giustificata) che per prima ha creduto nel progetto del Corriere Adriatico, "I bambini ci guardano", poi patrocinato dal Comune stesso, che per 8 settimane ha coinvolto 85 alunni delle classi IV delle scuole primarie Vittorio Giunta e Fabio Tombari. Otto disegni e 8 articoli per otto modi di vedere il nostro territorio. Otto finestre aperte sulla realtà con l'intento di fornire agli adulti un nuovo punto di vista e riflessione, un feedback diretto da coltivare per presente e futuro. Grazie al sindaco che ha creduto subito in un progetto che non mette in competizione i bambini ma li ascolta come piccoli cittadini.
 


E grazie a tutto il suo staff con l'assessore Mirko Baronciani in testa, perfetto cerimoniere di una serata che, dopo la recita scolastico di fine anno, ha visto centinaia di genitori presenti per la consegna degli attestati di partecipazione che il Corriere Adriatico, alla presenza del direttore Giancarlo Laurenzi, ha consegnato ai ragazzi. Una serata in cui il caldo è stato direttamente proporzionale alle emozioni, una serata da vivere intensamente. Gli stessi bambini, prima di essere premiati, hanno voluto spiegare al microfono quanto appreso durante questo progetto: la scoperta di luoghi nuovi, la storia del loro paese, la bellezza di poter esprimere il loro pensiero. Apprezzato il discorso del direttore Laurenzi a genitori, insegnati e bambini: "Il Corriere Adriatico ha deciso di investire su questo territorio di confine, con delle pagine dedicate, partendo dai bambini, coinvolgendo questi piccoli cittadini in un progetto che mira a svilupparne in senso civico e critico. Il racconto della realtà, vista con i loro occhi, con il loro punto di vista differente rispetto agli adulti, è un valore aggiunto prezioso". Applaudite le parole di Andrea De Crescentini, direttore dell'area comunicazione – marketing della Bcc di Gradara, partner del progetto: "Abbiamo contribuito alla realizzazione del nuovo palasport di Tavullia donando 50 mila euro dimostrando di essere una “banca del territorio”, che collabora con le scuole e le istituzioni e che opera per la crescita sociale e culturale della comunità. Siamo onorati di essere partner di questa iniziativa che responsabilizza i bambini e li avvicina alle istituzioni ed al loro paese, creando quel senso civico fondamentale, per costruire il proprio futuro”.
Gli otto lavori dei bambini sono "Il castello di Belvedere", "I
monumenti", "La palestra di Tavullia", "La Pescheria", "Il parco
giochi di Tavullia", "Il parco giochi di Padiglione", "Il Municipio" e
la "Casa di Tombari".
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 8 Giugno 2018, 16:30 - Ultimo aggiornamento: 09-06-2018 10:13

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO