Colli al Metauro, minorenni incendiari
per noia: cinque ragazzini nei guai

Minorenni incendiari
per noia: nei guai
cinque studenti delle medie
di Lorenzo Furlani
COLLI AL METAURO - Il più spavaldo orgoglioso della sua impresa si è fatto riprendere davanti alle fiamme, gli altri sono stati immortalati in un secondo video mentre con cartacce, cartoni e altro materiale infiammabile alimentavano il fuoco. E poi ci sono le foto della violenza gratuita contro infissi e vetri e della distruzione tra le suppellettili industriali. A Calcinelli i roghi e la devastazione all’interno dello stabilimento abbandonato dell’ex mobilificio Simon erano diventati il passatempo di un gruppo di adolescenti, i più piccoli poco più che bambini. Tre incendi di origine dolosa si sono sviluppati nella settimana tra giugno e luglio nella struttura che si trova tra superstrada e centro abitato: episodi sempre risolti dai vigili del fuoco dopo l’allarme dei residenti, dei quali ora devono rispondere 5 ragazzini di età compresa tra 12 e 15 anni, tutti residenti a Calcinelli, identificati e denunciati alla procura della Repubblica per i minori dai carabinieri di Colli al Metauro per il reato di danneggiamento seguito da incendio.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
Scopri la promo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 10 Luglio 2018, 05:55 - Ultimo aggiornamento: 05:55