Rifiuti, ormai è emergenza ancora abbandoni selvaggi

IL CASO FERMO Secchi di plastica, calcinacci, televisori a pezzi. Perfino una grossa poltrona. C'è davvero di tutto sul monte Cacciù. Da anni eletta discarica a cielo aperto da chi si libera lì di ciò di cui non ha più bisogno, l'altura che collega Fermo e Porto San Giorgio è di continuo oltraggiata. Uno scempio perpetrato mese dopo mese su un'area verde dalle spiccate potenzialità. I tentativi di valorizzare quei quindici ettari di macchia mediterranea sono cominciati ormai cinquant'anni fa.Il progettoAll'inizio l'idea era di farci un...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
Scopri la promo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 12 Ottobre 2018, 05:04 - Ultimo aggiornamento: 05:04