Ad alimentare la difficoltà di beneficiare dei sostegni c'è la grande confusione tra decreti modifiche, circolari e procedure

IL POST SISMA ASCOLI Terremotati e beffati. Agevolati, ma solo virtualmente. Sono i tanti ascolani che si ritrovano con la casa appena dichiarata inagibile, dopo più di un anno dalle prime scosse telluriche, e senza poter usufruire di esenzioni fiscali, agevolazioni, sospensioni di mutui e bollette e quant'altro previsto per le zone colpite dal sisma. Le ordinanzeTutto questo succede ad Ascoli, dove sono 1640 le ordinanze di evacuazione degli edifici, ma allo stesso tempo in base al decreto governativo occorre avere una dichiarazione di...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
Scopri la promo

Venerdì 13 Ottobre 2017, 05:00 - Ultimo aggiornamento: 05:00