Il Tar boccia la tesi di Aerdorica
Appalto col rischio maxi risarcimento

Il Tar boccia la tesi
di Aerdorica: ora rischia
un maxi risarcimento
FALCONARA - Esclusa in maniera illegittima da un appalto del valore di quasi 1,8 milioni di euro riguardante i servizi di manutenzione dell’aeroporto. A 5 anni dalla pubblicazione del bando, è arrivata la sentenza del Tar che ha accolto il ricorso presentato dal Consorzio Cosea che nel 2012 aveva tentato di aggiudicarsi l’appalto indetto da Aerdorica, in quel periodo diretta da Marco Morriale, oggi imputato per due diversi processi.

Con il verdetto dei giudici, il Consorzio, assistito dall’avvocato Maurizio Discepolo, è ora pronto ad aprire un profilo risarcitorio per i danni legati all’opportunità sfumata. Per la società che gestisce l’aeroporto l’ennesima grana a cui dover far fronte. La procedura in questione era stata aperta «per l’affidamento dei servizi di carico e scarico bagagli, merci e posta, pulizia interna e deep clearing degli aeromobili, pulizia dei locali ed uffici, manutenzione aree verdi». Servizi che riguardavano sia le parti esterne che interne che dello scalo. All’appalto, che prevedeva la concessione della manutenzione dal 2012 al 2015, avevano partecipato tre società. Due erano state escluse. Tra queste, c’era appunto il Consorzio.

La commissione non l’aveva preso in considerazione «per la mancata indicazione, in maniera distinta, degli oneri della sicurezza rispetto all’offerta economica». Quest’ultimo aspetto, tra l’altro, aveva ottenuto un punteggio superiore rispetto a quello guadagnato dagli altri offerenti. Alla fine, l’appalto se lo era aggiudicato la rete d’imprese composta da New Ghibli e Marotta Macchine. Il Consorzio aveva fatto ricorso. E il Tar gli ha dato ragione, dichiarando illegittima l’esclusione per i motivi descritti da Aerdorica.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 17 Maggio 2017, 10:49 - Ultimo aggiornamento: 17-05-2017 10:49

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO