Pizza, a Napoli la più economica d'Italia,
a Varese la più cara: ecco quanto costano

Pizza, Napoli più economica 
a Varese la più cara:
ecco quanto costano
ROMA - Mangiare una pizza al ristorante può costare meno che realizzarla a casa. Il prezzo medio di una pizza fatta in casa infatti è di 8.73 euro, mentre a Napoli, ad esempio, si paga 6,73 euro in media, il prezzo più basso d'Italia. A rilevarlo è una elaborazione condotta da Napoli Pizza Village, la manifestazione che si svolgerà dal 17 al 25 giugno sul Lungomare Caracciolo, celebrando così, per il settimo anno consecutivo, l'Arte dei pizzaiuoli napoletani, candidata a Patrimonio dell'Umanità, per la Lista del Patrimonio Culturale Immateriale dell'Unesco. Prezzi popolari non solo a Napoli comunque, per questo piatto nazionale che unisce tradizione e cultura. Il prezzo medio di un menù base con una Margherita e una bevanda è di circa 9.22 euro nella maggior parte delle città italiane considerate. Si discostano dalla media soltanto Napoli con il prezzo più basso, seguita da Palermo con 7.53 euro, Vercelli con 7.69 euro e Cagliari con 7.75 euro. Fanalino di coda la città di Varese, dove per gustare una pizza si spende fino a 11.58 euro. Osservando la classifica, le prime 20 Province con il prezzo più basso si trovano al centro nord Italia: Livorno si classifica quinta con 8.04 euro, seguita da Rovigo con 8.09 euro, Belluno con 8.15 euro, Brescia con 8.23 euro, Alessandria con 8.27 euro, Ascoli Piceno con 8.34 euro, Udine 8.42 euro, Verona con 8.61 euro e Rimini con 8.84 euro.  

Il business della pizza, che conta 183.000 pizzerie in Italia, oltre a far lavorare circa 1 milione di persone, crea un indotto economico alla filiera coinvolta: produttori di farina, olio, pomodoro, lievito ecc. pari a oltre 10 miliardi di euro equivalenti al doppio del Pil del Giappone, la terza potenza al mondo. Ma come deve essere una buona pizza napoletana ? Di forma circolare deve avere un diametro massimo di 35 centimetri e un bordo alto al massimo 1-2cm, deve essere elastica e morbida, in modo da poter essere piegata senza difficoltà «a portafoglio». La cottura dovrebbe essere eseguita in forno a legna, ma naturalmente a casa dovrà essere realizzata, se possibile, con forno ventilato. Ed ecco gli ingredienti per realizaare la pizza napoletana STG, nella dose per quattro persone: 1lt di acqua potabile, 20gr di sale marino, 3gr di lievito di birra, 1800gr di farina di grano tenero, 400ml di pomodori pelati e/o pomodorini freschi, 400gr di mozzarella di bufala campana DOP o mozzarella STG, 8-12 foglie di basilico fresco, olio extravergine di oliva e sale da cucina (q.b).
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 5 Marzo 2017, 13:30 - Ultimo aggiornamento: 05-03-2017 14:33

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO