San Severino, i ladri sciacalli rubano
in due case inagibili per il terremoto

I ladri sciacalli rubano
in due appartamenti
inagibili per il terremoto
SAN SEVERINO - Un palazzo inagibile di viale Mazzini, per lunghi anni sede del noto Bar dello Stadio, è stato preso di mira da ignoti malviventi che hanno trafugato dagli appartamenti al secondo e terzo piano quello che il terremoto aveva risparmiato e che i proprietari erano in attesa di riutilizzare.
«A distanza di qualche giorno dalla nostra ultima visita – racconta Paola Cetoretta, moglie del presidente di Rione di Contro Stefano Stefanelli, ora residente in affitto con il consorte e tre figli in un altro appartamento di San Severino a causa dell’inagibilità anche della propria abitazione – siamo tornati nell’edificio dove i miei genitori Antonio e Maria Grazia abitavano in due appartamenti, ma per nostra amara sorpresa non abbiamo trovato più nulla. Mio marito aveva smontato un caminetto del valore di circa 5.000 euro che volevamo montare nella casetta di campagna di Palazzata, parzialmente agibile, dove ora si trovano mio padre e mia madre ed in cui avevamo disfatto il vecchio focolare, ma non sarà più possibile. Spariti anche un forno per la cucina componibile, un paranco per issare pesi nei traslochi da circa un migliaio di euro ed attrezzi vari, fra cui una scala ed un piè di porco che mio marito aveva utilizzato per rimuovere le piastre del caminetto».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 9 Febbraio 2018, 11:25 - Ultimo aggiornamento: 09-02-2018 11:25

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO