Recanati, agronomo trovato morto
in casa. I vicini allertati dal gatto

Agronomo trovato morto
in casa. Ad allertare
i vicini è stato il gatto
RECANATI Lo hanno ritrovato ormai senza vita nella sua abitazione di via Aldo Moro, nel quartiere di Fonti San Lorenzo. Giacomo Gili, agronomo di 69 anni, viveva solo dopo la morte della moglie e i vicini da qualche giorno non lo vedevano. A farli preoccupare gli ininterrotti miagolii del gatto, che hanno fatto pensare che qualcosa non andasse, Subito è scattato l'allarme con la richiesta di intervento del 118, dei vigili del fuoco e dei carabinieri. Una volta entrati nell'abitazione, ci si è trovati dinanzi a quel corpo ormai privo di vita, riverso sul letto. Quasi sicuramente le cause della morte sono naturali, probabilmente si tratta di un infarto, ma oggi sarà il medico legale a stabilirlo con  esattezza.
La notizia della morte dell’uomo si è rapidamente diffusa a Recanati anche perché sia lui che la moglie, insegnante elementare, erano molto conosciuti e stimati. Gili, originario di Serrapetrona, aveva lavorato prima in un consorzio agrario del Maceratese e successivamente alla Inso, prima di svolgere l’ attività come libero professionista. Era  molto impegnato in politica e aveva ricoperto incarichi dirigenziali nel Pds prima, poi nei Ds e quindi Pd. Forte il suo impegno anche con l'Anpi.  
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 22 Settembre 2017, 08:24 - Ultimo aggiornamento: 22-09-2017 08:24

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO