Porto Recanati, invasione di abusivi
negli appartamenti dell'Hotel House

Invasione di abusivi
nelle case sotto sequestro
dell'Hotel House
PORTO RECANATI - ­Clandestini all’Hotel House, un fenomeno iniziato da giorni. A lanciare l’allarme è Ibhra Diop, un senegalese volontario insieme agli altri ex portieri del palazzone multietnico, il quale definisce gli arrivi il fenomeno evidente e preoccupante perché tra loro vi sono «collezionisti del falso e assuntori di sostanze stupefacenti».
È lui a tracciare il quadro della situazione «In poco più di una settimana ben 22 appartamenti di quelli posti sotto sequestro dal Tribunale sono stati aperti e occupati abusivamente». Le provenienze sarebbero le più diverse: dal Pakistan al Senegal, al Bangladesh e Nigeria. Gli arrivi non tendono a diminuire. Ogni giorno i residenti e i volontari della portineria notano volti nuovi che attraversano il piazzale dell’Hotel House con tanto di valigie al seguito. Come fossero comuni turisti in arrivo.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 10 Luglio 2018, 11:49 - Ultimo aggiornamento: 10-07-2018 11:49

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO