Macerata, Pamela, i tre nigeriani
finiscono dal giudice con l'accusa di spaccio

Pamela, i tre nigeriani
finiscono dal giudice
con l'accusa di spaccio
MACERATA - Un vasto giro di spaccio di eroina e marijuana. È quanto contesta la Procura ai nigeriani Innocent Oseghale, 29 anni, Lucky Desmond, 23, e Lucky Awelima, 27. Tutti e tre si trovano in carcere: il primo è accusato anche di avere ucciso e fatto a pezzi Pamela Mastropietro, mentre gli altri due sono dietro le sbarre solo per le ripetute cessioni di stupefacenti (sono stati scagionati dalla contestazione di omicidio). Il procuratore capo Giovanni Giorgio e il sostituto Stefania Ciccioli hanno chiesto il rinvio a giudizio nei confronti dei tre pusher per spaccio in concorso tra loro. L’udienza davanti al Gup Claudio Bonifazi sarà celebrata il 26 settembre in Tribunale a Macerata. A Lucky Desmond e a Oseghale i magistrati contestano pure di avere ceduto la dose di eroina consumata dalla vittima del delitto il 30 gennaio in cambio di 30 euro. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 8 Agosto 2018, 08:15 - Ultimo aggiornamento: 08-08-2018 08:15

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO