Macerata, Pamela: nessuna certezza
neanche dopo la seconda autopsia

Pamela, nessuna certezza
neanche dopo la seconda
autopsia: «Altri esami presto»
MACERATA –  Anche la seconda autopsia sui resti della povera Pamela Mastropietro ha portato risultati interlocutori e saranno necassari nuovi esami.

«I primi esiti degli espletati accertamenti medico-legali non hanno consentito di raggiungere risultati altamente significativi sul piano probatorio - spiega in una nota il procuratore di Macerata Giovanni Giorgio -. Perché mancano tracce di sangue e di urina sui resti del cadavere che, a dire dei medici legali, è stato sezionato in modo apparentemente scientifico».

L'autopsia si è conclusa dopo 4 ore verso le 14. All’esame erano anche presenti i legli dei due nigeriani accusati, Innocent Oseghale e e Desmond Lucky. Si tratta della seconda autopsia chiesta dalla Procura maceratese. Sono stati comunque prelevati tessuti per capire se la ragazza sia morta di overdose, ma i riusltati non si avranno prima di 20 giorni.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 8 Febbraio 2018, 16:53 - Ultimo aggiornamento: 08-02-2018 20:09

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO