«Sono nero, non mi fanno entrare»
Ma era solo troppo ubriaco

«Non mi fanno entrare
perchè sono nero», ma era
soltanto troppo ubriaco
CIVITANOVA - "Non mi fanno entrare perché sono nero" e chiama i carabinieri. Ma in corpo aveva un tasso alcolico non indifferente. Ed è proprio questa la ragione per cui gli è stata negata l’entrata al Donoma. Il resto della serata, infatti, lo ha passato nella caserma deicarabinieri, dove ha smaltito la sbornia.
Il protagonista di quanto accaduto l’altra notte è un quarantenne nigeriano, residente a Macerata. Intorno alle 2.30 dell’altra notte si è presentato davanti al locale, certo di entrare. Ma è stato bloccato sulla porta. Troppo alticcio e un po’ troppo agitato, secondo gli addetti alla sicurezza del Donoma. In realtà, i carabinieri che hanno ascoltato la sua versione hanno capito subito che il nigeriano, poco prima, aveva alzato un po’ troppo il gomito. Ed era anche piuttosto su di giri. Così lo hanno fermato e lo hanno portato in caserma. La sbornia gli è passata poco dopo e i militari hanno chiamato la moglie, che è arrivata per venirlo a prendere. Alla fine, se ne sono andati via insieme.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 13 Gennaio 2018, 16:49 - Ultimo aggiornamento: 13-01-2018 16:50

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO