Civitanova, Sos polpette avvelenate
Blitz deic arabinieri nelle aree verdi

Allarme polpette avvelenate
blitz dei carabinieri
nelle aree verdi riservate ai cani
CIVITANOVA  - Blitz dei carabinieri nel parco Cecchetti e in tutti i luoghi nei quali nei giorni scorsi è stata segnalata la presenza di polpette avvelenate. Da quache tempo sul web non si parla d’altro, e anche i carabinieri della Compagnia di Civitanova, guidata dal maggiore Enzo Marinelli, hanno voluto vederci chiaro. 
Così nella tarda mattinata di ieri alcune pattuglie di militari dell’Arma, insieme con i colleghi carabinieri forestali del reparto del parco di Visso, hanno sguinzagliato i cani antiveleno. Dida e Malta, un pastore belga e un labrador, hanno pattugliato la zona, a partire proprio dall’area Cecchetti, una zona verde particolarmente frequentata dai padroni di cani e dai loro amici a quattro zampe.
Le segnalazioni di quelle strane polpette, infatti, erano cominciate proprio lì e nel giro di qualche giorno i social si erano riempiti di fotografie che ritraevano quel cibo abbandonato sui marciapiedi, in bella vista. E i carabinieri, in maniera autonoma, hanno avviato le indagini, anche sulla base di un’ordinanza ministeriale del 13 giugno 2016 che regola le norme sul divieto di utilizzo e di detenzione di esche o di bocconi avvelenati. Le ricerche ieri hanno dato esito negativo. I controlli continueranno fino a che non verrà fatta chiarezza sulla vicenda.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 21 Febbraio 2019, 06:15 - Ultimo aggiornamento: 21-02-2019 06:15

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO