Civitanova, tecnico radiofonico aggredito
e minacciato da un ladro armato di pistola

Tecnico radiofonico
aggredito da un ladro
armato di pistola
CIVITANOVA - «Mi ha preso per il collo e con l’altra mano mi ha puntato una pistola in faccia». È il racconto choc di Fabio Aiosa, quarantottenne che è molto conosciuto per via della sua professione di tecnico radiofonico per il network di Radio Linea. Ieri è stato aggredito da un tossicodipendente civitanovese di 42 anni già noto alle cronache, sorpreso da Aiosa mentre frugava in un garage di via San Luigi Versiglia all’angolo con via Santa Chiara, nel quartiere di San Marone, proprio a due passi dal centro. L’episodio è avvenuto intorno alle 16.30 di ieri. 
«Ho un garage in via San Luigi Versiglia. Mi trovavo nel mio box e ho sentito dei rumori che provenivano nel garage parallelo – ha raccontato Fabio Aiosa –. In un primo momento non gli ho dato peso, pensavo fosse un condomino. Dopo un po’ ho intravisto un uomo incappucciato. Ho capito subito che c’era qualcosa che non andava, vedendo quell’individuo. E gli sono andato dietro. Gli ho chiesto cosa stesse facendo lì e gli ho detto “esci, per favore”. Lui mi ha seguito mentre io nel frattempo ero andato a chiudere il mio garage. Ad un certo punto si è girato, ha balbettato qualcosa e mi ha spinto contro il furgone. Con la mano sinistra mi ha afferrato per il collo e con la mano destra mi ha puntato una pistola, lo stesso sul collo». Si trattava di una pistola scacciacani. L'aggressore è stato portato in commissariato. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 15 Aprile 2018, 05:05 - Ultimo aggiornamento: 15-04-2018 19:11

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO