Montegiorgio, Maria uccisa: incastrato
dal Dna l'assassino amico del figlio

Maria legata e uccisa:
incastrato dal Dna
l'assassino amico del figlio
MONTEGIORGIO - E’ stato incastrato dal dna il presunto assassino di Maria Biancucci, l’anziana di 79 anni legata e imbavagliata sul letto di casa dove è stata trovata priva di vita da uno dei due figli la sera dell’11 marzo scorso nell’abitazione in contrada Crocefisso di Alteta, una frazione di Montegiorgio. In manette è finito Dante Longo, 49 anni, originario di Fermo, senza fissa dimora, nulla facente, con precedenti per reati contro il patrimonio e droga. Secondo quanto emerge dall’indagine Longo potrebbe aver agito da solo con un piano ben studiato e facilitato dal fatto che da qualche tempo aveva stretto amicizia con il figlio della vittima Marcello. Due le tracce organiche che hanno consentito al Ris di dare un volto e un nome all’assassino: una sotto le unghie della vittima e l’altra sul nastro per pacchi utilizzato per legarla e imbavagliarla.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 21 Settembre 2018, 11:26 - Ultimo aggiornamento: 21-09-2018 11:26

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO