Fermo, Margherita nasce in casa:
papà guidato al telefono dal 118

Margherita nasce in casa
Il papà guidato al telefono
dall'operatrice 118
di Lolita Falconi
FERMO La piccola Margherita sta benone. Ora è nel reparto di ostetricia e ginecologia dell’ospedale di Fermo, coccolata, accudita e già famosa per essere una... super velocista. Doveva arrivare al Murri, secondo i piani dei suoi genitori, nel grembo materno per poi nascere, come sempre accade, con l’assistenza e il supporto di tutto lo staff sanitario. Invece la bambina ha avuto fretta di venire al mondo al punto di non aver dato il tempo a mamma e papà neppure di partire da casa alla volta del nosocomio. È nata l’altra notte, all’una e quaranta, e suo padre Enrico, avvocato, si è improvvisato ostetrico dando man forte a mamma Annalisa, guidato passo passo via telefono da un’operatrice del 118. Una favola incredibile e a lieto fine. «Ancora sono frastornato - racconta Enrico Rossi, 33 anni - è successo tutto all’improvviso». 
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
Scopri la promo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 8 Giugno 2018, 11:16 - Ultimo aggiornamento: 17:50