Fermo, l'inferno in casa: violenze
e minacce dal marito e dal suocero

L'inferno in casa: violenze
e minacce quotidiane
dal marito e dal suocero
di Irene Natali
FERMO - Minacce, aggressioni fisiche e violenza sessuale: è quanto denunciato da una donna, residente a Montegranaro ma da mesi trasferitasi a Milano, secondo la quale le mura domestiche si erano trasformate in un carcere. Secondo quanto dalla stessa raccontato a un centro antiviolenza, sarebbe stata picchiata dal marito e dal suocero, insieme a cui la coppia abitava. In attesa dell’udienza preliminare, rinviata al mese prossimo, l’avvocato Giacomo Galeota, il legale che difende i due imputati, presente ieri in tribunale, dichiara che «i fatti sono tutti da provare. I miei assistiti rigettano totalmente le accuse e si dichiarano del tutto estranei. Speriamo che la vicenda si possa chiarire già in fase di udienza preliminare».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
Scopri la promo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 21 Settembre 2018, 11:30 - Ultimo aggiornamento: 11:30