Fermo, bastoni e mazze nel furgoni
Stop all'obbligo di firma per i tifosi

Trasferta in Veneto
Niente obbligo di firma
ai tifosi della Fermana
FERMO - Sotto i sedili dei due furgoni presi a noleggio dalla compagnia di tifosi della Fermana arrivati per la partita contro il Mestre c’erano 5 bastoni e 3 mazze da baseball. Ma non è stato possibile attribuire il possesso di ciascun oggetto atto a offendere ai singoli tifosi. Così il giudice Gilberto Stigliano Messuti non ha convalidato l’obbligo di firma a carico dei 7 tifosi che erano stati destinatari sia del Daspo che dell’obbligo di firma.

A difendere i 7 tifosi, gli avvocati Giovanni Adami di Udine e Stefano Lignite di Fermo. Restano invece validi i Daspo che il questore di Venezia ha comminato a 17 tifosi (tra cui i 7 di cui sopra). Tra loro anche una donna di 44 anni e una ragazzina poco più che maggiorenne, oltre a due pregiudicati per reati contro la persona. Tutti rischiano che la durata del Daspo fino a 8 anni. Durante l’incontro Mestre-Fermana era anche stato rotto uno dei bagni.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 12 Febbraio 2018, 16:06 - Ultimo aggiornamento: 12-02-2018 16:06

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO