Fermo, cadavere trovato sotto il ponte:
sul corpo nessuna traccia di violenza

Cadavere trovato sotto
il ponte: sul corpo
nessuna traccia di violenza
FERMO - Si è svolta l’autopsia sul corpo del 39enne ucraino trovato morto nella tarda mattinata di sabato scorso a Lido Tre Archi. Il cadavere non presenta segni di violenza. La morte dell’uomo non è quindi riconducibile a un’aggressione e non si configura il possibile reato di omicidio. Il corpo era stato ritrovato sotto il ponte sul fiume Tenna che collega Tre Archi a Porto Sant’Elpidio. Le indagini sul caso sono condotte dai carabinieri. Sul corpo non sono state trovate ferite, contusioni, ecchimosi, se non una piccola ferita al naso, riconducibile a una probabile caduta dell’uomo sulle pietre lungo il fiume. Lì è stato trovato, a faccia in giù, con indosso jeans, giubbotto, scarpe da tennis. E il suo zaino con, all’interno anche documento di identità e alcuni fogli legati a dei provvedimenti giudiziari. Per avere un quadro definitivo sulla vicenda occorre attendere l’esame tossicologico sui reperti raccolti dagli inquirenti, dal sangue ai capelli e quindi cercare di capire se si tratti di una morte per overdose. Lo straniero sarebbe morto dalle 15 alle 20 ore prima del ritrovamento della salma, quindi nel pomeriggio di venerdì.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 7 Novembre 2018, 10:54 - Ultimo aggiornamento: 07-11-2018 10:54

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO