Navigator, chi è e cosa farà il "tutor"
del Reddito di cittadinanza

Navigator, chi è e cosa
farà il "tutor"
del Reddito di cittadinanza
di Domenico Zurlo
Ieri sera a Porta a Porta Luigi Di Maio, parlando del reddito di cittadinanza, ha parlato della figura del Navigator. Ma chi è e cosa farà? L’annuncio della sua creazione risale allo scorso 27 novembre, sebbene Di Maio ne abbia parlato nei particolari solo ieri sera. Di fatto questo Navigator è un tutor, che sarà selezionato al di fuori dell’attuale organico dei centri per l’impiego (è previsto un piano di assunzioni di massa).


Sarà «una figura di alto profilo», e il suo compito sarà quello di «seguire i giovani che hanno perso il lavoro per seguire il loro percorso di reinserimento». Formazione e orientamento, per coloro che hanno diritto al reddito di cittadinanza ma non possono certo pensare di incassare l’assegno per sempre restando sul divano.

Secondo Di Maio, «il Navigator sarà pagato in base al numero delle persone orientate», e la sua formazione «non dovrà essere necessariamente effettuata nei centri per l’impiego». In altre parole dunque, il reddito di cittadinanza diventerà una misura volta al reinserimento lavorativo di chi è disoccupato. Sempre secondo quanto spiegato dal ministro nelle scorse settimane, il Navigator associato all’individuo avente diritto del Reddito di cittadinanza «lo raggiungerà ovunque egli sia, spingendolo a seguire le prassi necessarie per trovare un lavoro o formarsi»​. Sarà lo stesso Navigator poi a segnalare eventuali inadempimenti.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 5 Dicembre 2018, 10:29 - Ultimo aggiornamento: 05-12-2018 11:16

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO