Inflazione, stangata in vista. L'Unione
Consumatori: «432 euro in più a famiglia»

Inflazione, stangata in vista
L'Unione Consumatori:
«432 euro in più a famiglia»
La revisione al ribasso delle stime dell'inflazione a giugno è «meglio di niente, ma non basta», per il presidente dell'Unione Nazionale Consumatori, Massimiliano Dona. «Purtroppo l'Istat conferma comunque la risalita dell'inflazione dal +1% di maggio», continua Dona calcolando che «per una coppia con due figli, la famiglia tradizionale di una volta, significa avere una maggior spesa annua complessiva di 432 euro, 194 euro per il solo carrello della spesa, ossia per gli acquisti quotidiani, 177 per il cibo, 223 per i trasporti».

Tra le diverse città Bolzano è ancora in testa alla graduatoria dei capoluoghi con la maggior spesa e il picco dell'inflazione al 2% equivale, per una famiglia tipo, ad una spesa supplementare di 665 euro, contro una media per l'Italia di 308 euro. Al secondo posto Bologna, dove il rialzo dei prezzi dell'1,6% determina un aumento del costo della vita, per una famiglia tipo, pari a 452 euro, terza Milano, dove l'inflazione dell'1,4% comporta un aggravio annuo di spesa di 413 euro.

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 17 Luglio 2018, 16:31 - Ultimo aggiornamento: 17-07-2018 18:06

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO