Sanità, l'isola felice non c'è più
Il valzer delle date per una visita

ANCONA - Dalla famiglia Scatizza di Ancona riceviamo e pubblichiamo. "Gentile redazione di CorriereAdriatico.it, fino a non molto tempo fA si diceva che le Marche erano un isola felice sotto molti punti di vista. Purtroppo non è più così. Anche la sanità non è estranea a questo continuo decadimento dei servizi. In merito a questo vorremmo mettere in risalto quanto è successo a noi come famiglia. Sinteticamente il sottoscritto da anni, insieme alla figlia minorenne, eseguono periodici controlli per i nevi che, anni indietro, venivano regolarmente prenotati ed eseguiti nella locale divisione di dermatologia dell’ospedale di Torrette di Ancona. Per “regolarmente” si intende un tempo di attesa congruo. Oggi succede questo: tempi di attesa per questo tipo di esame minimo quattro mesi, per l’ambulatorio con minore lista di attesa che è risultato essere quello di Senigallia. Non basta a distanza di due mesi vengo contattato dal Cup perché la visita è stata rinviata verso la fine di luglio, questo per mia figlia. Solo oggi controllando la data della mia visita dermatologica, mi accorgo che sia io che mia figlia eravamo prenotati per lo stesso giorno in maniera consecutiva. Telefono per avere una conferma della data e appurare come mai solo mia figlia fosse spostata di due mesi. Scopro con mia grande sorpresa che anche la mia visita era stata spostata nella medesima data di mia figlia e stranamente nello stesso orario (io 56 anni, lei 16). Alle mie rimostranze per non essere stato informato e che i tempi si fossero protratti a mio parere così tanto, con naturalezza mi è stato risposto di essere stato fortunato perché potevano protrarsi anche di sei mesi!".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 8 Maggio 2015, 18:13 - Ultimo aggiornamento: 08-05-2015 19:37

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO