"I posti riservati ai parenti dei pazienti
del Salesi occupati abusivamente"

"I posti riservati ai parenti dei pazienti
del Salesi occupati abusivamente"
ANCONA - "Chiedo il rispetto di un diritto non compassione": è lo sfogo di un papà che ha la figlia ricoverato al Salesi e che deve fare i conti con l'impossibilità di poter parcheggiare, nei posti riservati, nei pressi dell'ospedale pediatrico, a causa della maleducazione degli automobilisti e dei mancati controlli. Ecco la lettera.

"Scrivo da Ancona: precisamente dall'ospedale pediatrico Salesi che come ben sapete è situato in mezzo alla città in una locazione completamente errata e in una struttura, vecchia obsoleta e fatiscente. Praticamente, ogni mattina mi trovo a girare ore per un parcheggio anche se questo non dovrebbe avvenire.

"Dispongo assieme ad altri genitori di un permesso, richiesto presso l'ufficio competente di lunga degenza (oncoematologia) nel mio caso una leucemia congenita di cui è affetta mia figlia. Praticamente in esso è esplicitata l'invalidità temporanea due anni più proroga (speriamo di no) del 100% e già 5 mesi di ospedalizzazione continuati.



"Puntualmente tutte le mattine trovo lo stesso scenario, posti contrassegnati con righe gialle e apposita segnalazione  (situati strategicamente vicino all'ingresso per favorire un rapido accesso al reparto) occupati da ignobili e/o addirittura da personale sanitario (di altri reparti).

"Ho effettuato decine di segnalazioni ai vigili ed agli ausiliari del traffico, ma come spesso accade se sollecitati svolgono le proprie funzioni (per cui sono retribuiti) e vanno a rimpinzare le casse del comune con 300/400 euro di multe facili facili, ma poi, a partire dal mattino seguente se ne dimenticano sino alla prossima mia segnalazione arrancando scuse di ogni genere  "all'italiana"  che sinceramente non hanno né capo né coda. Negli occhi dei soggetti incaricati a far si che quei 5/6 posti (non parliamo di 20 mila) siano liberi vedo molta compassione per la mia situazione (non richiesta) e scarsissima professionalità (richiesta invece da tutti i contribuenti oltre che da me, che avanzo un  sacrosanto diritto).
 
"Si parla proprio in questi giorni di assenteismo sul posto di lavoro ma io parlerei anche di presenza attiva e non attiva è inutile timbrare e poi aspettare che il turno finisca non ascoltando le lamentele continuate e soprattutto motivate di un cittadino X  ed è anche inutile parlare di accoglienza, unioni civili considerandoli passi in avanti se non riusciamo a tenere liberi cinque posti riservati dinnanzi ad un ospedale per chi tra tanti è stato chiamato ad affrontare questa terribile sfida.

"Situazione da rammentare fino a sfinimento invece, le condizioni pietose e già note in cui versa l'ospedale salesi tra muri di muffa e ascensori che sembrano montacarichi. Un ultimo doveroso ringraziamento va ai dottori e agli infermieri del reparto in cui "vivo"  che con poco fanno  "tantissimo" e non sono mai abbastanza esaltati come dovrebbero ne dall'opinione pubblica ne tantomeno dalla politica".
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 27 Gennaio 2016, 10:34 - Ultimo aggiornamento: 27-01-2016 10:36

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO