"L'ausiliario sbaglia e il cittadino paga
Che figuraccia il Comune di Senigallia"

ANCONA - Un errore di un ausiliario del traffico diventa una beffa per il cittadino: accade tra Montemarciano e Senigallia.

"Questa mail - ci scrive una lettrice - per denunciare una ingiustizia Abito a Castelfidardo e domenica 9 agosto, come altre domeniche, vado al mare a Marina di Montemarciano, Pago il parchimetro, anzi metto più soldi tanto che la mia sosta scadeva il giorno dopo alle 8.30, non importa, pochi cent, torno a prendere la macchina dopo le 18.00 trovo una multa di 41 euro che attesta che non ho pagato il parcheggio.

"È domenica aspetto il giorno dopo, chiamo i vigili di Montemarciano che mi rispondono che gli ausiliari del traffico sono gestiti dal Comune di Senigallia, chiamo i vigili di Senigallia e sembrava non sapessero di cosa stessi parlando.

"Mi dicono di mandare una mail, la mando scannerizzando sia la multa sia il tagliando che attesta il pagamento, non ho notizie penso sia tutto chiarito. Ora mi è arrivata una multa di 53 euro ovviamente aumentata perché ovviamente non ho pagato. Richiamo i vigili e questa volta mi rispondono che loro non tolgono multe d'ufficio anche se ingiuste, ma che si deve fare un ricorso al giudice di pace o al prefetto con una spesa che varia dai 40 alle 60 euro: 40/60 euro di spesa per una multa di 41 euro?

"Se avessi saputo questo ad agosto avrei pagato ad agosto, mandando a quel paese il Comune di Senigallia che si arricchisce in questo modo. Ho scritto anche al sindaco da cui non avrò risposta visto che non sono una sua elettrice. Mi hanno detto se ragioni da privato non puoi confrontarti con il pubblico: ma il pubblico non dovrebbe fare l'interesse del cittadino? O semplicemente fregarlo perché pagare una multa alla fine è il male minore è così arricchiscono le casse dei Comuni?".
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 9 Dicembre 2015, 10:13 - Ultimo aggiornamento: 09-12-2015 10:13

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO